01232018Mar
Last updateLun, 22 Gen 2018 8pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Grande, bella e polifunzionale: la Casa delle Associazioni Elpidio Berdini è realtà

casaassociazioni
casaassociazioni1

“Questo è il fulcro per tutte le realtà, ma anche per le aziende a cui affitteremo la struttura per meeting, convegni, magari cene: “Abbiamo anche una cucina ampia e perfetta” prosegue Lucentini.

MONTEGRANARO – “Un momento eccezionale. Vedere trecento persone qui per festeggiare l’inizio di un nuovo cammino è splendido”. Mauro Lucentini è il volto della gioia. Anche perché davanti a sé non mancava nessuno, dalla Giunta al completo ai vertici degli imprenditori e soprattutto Arabella Berdini, figlia del proprietario che ha promesso: “Ve lo lasciamo con tutto il cuore questo luogo perché ne facciate l’uso migliore”.

Dopo il taglio del nastro della Casa delle Associazioni è stata scoperta la targa intitolata a Elpidio Berdini e all’Ente Presepe, che riunisce 50 associazioni. Dopo la benedizione, il saluto del sindaco e il presidente dell’ente presepe Mauro Lucentini: “Ho in mano il cilindro di una serratura che abbiamo smontato. Quando ho chiesto di vedere i locali, Arabella Berdini neppure la chiave aveva. È chiuso da vent’anni. Smontai la serratura e il cilindro è diventato il simbolo”.

Lavori importanti: muri pieni di umidità, nessuna impiantistica e infissi da rifare. “Insomma, avevamo lo spazio, 450 metri, ma tutto da rifare. Ci siamo messi in cerca delle risorse e a oggi abbiamo 50 imprenditori (alcuni sono satti nominati soci onorari, ndr) che hanno contribuito. Ma ne abbiamo già trenta in lista che ci hanno garantito di voler contribuire. Non è stato facile, ma alla fine il progetto comune ha convinto tutti”.

Sei mesi di lavoro che hanno fatto rimanere a bocca aperta tutti i partecipanti. “Questa è la casa delle associazioni, non è una sede” ha sottolineato la vicepresidente del consiglio regionale Marzia Malaigia. “Questo è il fulcro per tutte le realtà, ma anche per le aziende a cui affitteremo la struttura per meeting, convegni, magari cene: “Abbiamo anche una cucina ampia e perfetta” prosegue Lucentini.

Uno spazio polivalente realizzato con fondi privati, il Comune fino a oggi non ha dato contributi, ma che necessita ancora di tanto altro. “Ora studieremo un modo per gestirlo al meglio, visto che ha maxi schermo, impianto audio e strutture, magazzino e quattro bagni meritano un corretto uso. Ma ogni associazione si deve impegnare a lasciarlo migliore di come lo ha trovato, più pulito. Usatela come se foste a casa vostra” ha ribadito Lucentini.

Alle pareti ci sono tutti i loghi degli imprenditori e quelli di due società sportive: Poderosa e Sutor. “Un modo per dire che l’unione fa la forza e dividersi sarebbe folle. Questa è la casa delle unioni, da qui cominciamo a volare insieme” conclude tra gli applausi il presidente.

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Fede, giovani e integrazione: i primi pensieri fermani di monsignor Pennacchio

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.