08242019Sab
Last updateSab, 24 Ago 2019 10am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Montegranaro, pullman in fiamme dentro il Gran Sasso. "Pensavo di morire". "Autista eroico". "Il mezzo era perfetto". "Perso vestiti e borse, ma non la vita"

pullman fiamme

L'autista ha però avuto la prontezza di spirito di fare uscire tutti immediatamente. “Eravamo in preda al panico e la paura è passata solo quando siamo uscite dal traforo”.

MONTEGRANARO – “Correvamo forte in mezzo al caos, vedendo macchine che giravano in direzione opposta per uscire dalla galleria. Ho pensato che sarei morta”. È sconvolta, ma viva, una delle ragazze che si trovava sul pullman partito da Montegranaro direzione Roma e che si è incendiato dentro l galleria del Gran Sasso. “L'autista non ha fatto come Schettino” hanno raccontato, riconoscenti, altri passeggeri. Tutti minorenni, tutti diretti alla trasmissione’ Amici’.

“A metà galleria ho notato che dal motore fuoriusciva un leggero fumo. Pensando al peggio ho azionato le quattro frecce e poi ho aperto le porte dicendo alle ragazze di uscire fuori. Intanto cercavo di spegnere l'incendio che si stava propagando. Quando ho capito che non potevo spegnere le fiamme, sono andato via anch'io, in direzione della galleria opposta contattando il 112 e la sicurezza dell'autostrada”. Nelle parole di Roberto Paternesi di Montegranaro, il conducente del bus, c’è tutta la drammaticità di un attimo che non si è trasformato in tragedia. Paternesi è ancora sotto choc per l'accaduto anche se è grazie a lui che i 47 giovani passeggeri del pullman sono tutti salvi. Sconvolti e sotto choc anche loro, ma comunque salvi.

Anche Adolfo Virgili, titolare della Sam di Montegranaro, l'azienda che aveva noleggiato l'automezzo, un pullman di ottima qualità che vale oltre 80mila euro, a un gruppo di famiglie di varie località del Fermano e Piceno per andare ad assistere alla trasmissione, lo conferma: “Tutti i passeggeri sono salvi grazie all'autista”. Ad aver noleggiato il bus era stata a una società specializzata in viaggi di gruppo per partecipare alle trasmissioni televisive. “Clienti abituali” sottolinea Virgili.

Le fiamme potrebbero essere partite “dalla centralina elettrica, propagandosi poi a materiale infiammabile”. L'autista è subito intervenuto con l'estintore, ma invano - secondo la ricostruzione del titolare dell'azienda di autotrasporto -, ad alimentare le fiamme potrebbero essere stati gli aspiratori sotto il tunnel, entrati in funzione quando i sensori hanno segnalato la presenza di fumo. L'autista ha però avuto la prontezza di spirito di fare uscire tutti immediatamente. “Eravamo in preda al panico e la paura è passata solo quando siamo uscite dal traforo”. I 47 passeggeri del bus sono stati portati tutti al Pronto Soccorso dell'ospedale di San Salvatore de L'Aquila, per essere visitati dai medici. Non ci sono intossicati ma le conseguenze più preoccupanti sono a livello psicologico dopo lo spavento provato.

“Poco dopo essere entrate in galleria – continuano a raccontare altre ragazze – abbiamo cominciato a sentire cattivo odore, poi il pullman ha rallentato la sua corsa e a un certo punto sembrava che l'autista perdesse il controllo. Volevamo scendere ma ci ha detto di non farlo. Il bus ha proseguito ancora per un po' ma visto che il fumo si propagava l'autista ha aperto le porte e così siamo scese. Visto che l'uscita era lontana siamo corse avanti, trovando l'ingresso verso l'altra galleria e lì ci siamo messe in salvo”.

Sono poi arrivati i soccorsi, alle ragazze sono state consegnate delle coperte in modo da potersi riparare dal freddo. Le giovani raccontano anche di aver visto l'autista usare l'estintore e uscire per ultimo dal pullman, “non ha fatto come Schettino”. Non pensano a denunce le ragazze, am di certo vogliono vedersi risarcito quanto lasciato sui pullman: borse, e anche vestiti. Una di loro sottolinea di aver perso “almeno 300 euro, ma l'importante è avere salva la vita”.

Ad accorgersi del pullman in fiamme, sono stati gli addetti alla sicurezza di Strada dei Parchi, attraverso le telecamere che fanno parte del sistema di controllo. Sono così scattati i soccorsi: i primi ad intervenire sono stati i motociclisti con gli estintori che hanno evitato che l'incendio si propagasse, poi sono arrivati i Vigili del fuoco, che hanno domato l'incendio. “Sia chiaro – conclude il titolare della Sam – il pullman era in ottime condizioni, tenuto come un figlio. Io l’ho guidato più volte, era il mio preferito”.

 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.