09192019Gio
Last updateGio, 19 Set 2019 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Montegranaro sempre più città dei bambini: due giorni con 'Tutti fuori' tra comunicazione ed educazione

tuttifuori

Tania Lighea, che aprirà una palestra creativa anti stress a ottobre, e una installazione di Gio Evan con le sue poesie in piazzetta delle erbe sono due super ospiti a Montegranaro.

MONTEGRANARO – “Tutti fuori” con l’Albero della Sibilla. Per due giorni, 14 e 15 settembre, famiglie, educatori e ragazzi trovano casa a Montegranaro. “Chiunque è interessato a tematiche pedagogiche, affettive, alimentari, giocose e tanto altro sa che troverà spunti e risposte tra piazza Mazzini e teatro. Il tema educativo è molto sentito, viviamo anche in una grande confusione, per cui è importante conoscere per poter fare le scelte più consapevoli e adeguate” sottolinea il sindaco Ediana Mancini. Nascono anche dibattiti durante ‘Tutti fuori’, è accaduto su vaccini e alimentazione in passato: “L’importante è farli con persone qualificate”.

Alice Valeri è con l’associazione l’Albero della Sibilla il supporto di Alessandra Marilungo, ideatrice dell’iniziativa. “Ci sono conferenze importanti con focus dedicate alla comunicazione: intesa come dialogo tra genitore ed educatore, tra docente e alunno, tra genitore e figlio” spiega la Marilungo. Numerosi i laboratori manuali in cui i bambini si sporcano e si mettono in gioco con la loro fantasia: “Spazio al riciclo e alla natura”. E poi appuntamento con il benessere con trattamenti e consulenze gratuite con psichiatri, psicologi, osteopati, nutrizionisti grazie all’università di Macerata che ha un progetto in essere sull’educazione alimentare dei bambini.

Tania Lighea, che aprirà una palestra creativa anti stress a ottobre, e una installazione di Gio Evan con le sue poesie in piazzetta delle erbe sono due super ospiti. “Quando Alessandra ci ha chiamato non abbiamo esitato. Noi ci occupiamo di educazione, di disagi giovanili. Troviamo l’iniziativa perfetta per il nostro percorso: c’è bisogno di parlare di educazione, i bambini di oggi sono gli adulti del domani. Se vogliamo una società fatta di pace, rispetto e tolleranza dobbiamo lavorare con i più piccoli” riprende Alice che seguirà la tavola rotonda sulla ‘realtà educativa 2.0’ che vuole far emergere il fio comune dentro le diversità di approccio.

L’assessore maestra Cristiana Puggioni gioca in casa:” La passione per il bambino, l’amore per l’educazione e la volontà di creare una comunità educante ci unisce. Un bambino cresce bene se tutto il sistema è pronto a veicolare buoni messaggi. Un anno fa ero protagonista da insegnante, ora da assessore”. Supporto della due giorni sono anche la banda Ruggeri, Archeoclub e Città vecchia, che aprirà la torre campanaria. “La due giorni entra in un percorso di politiche per i bambini: penso a Veregra Children, penso al teatro con Marco Renzi, penso ai nuovi parchi gioco come quello di san Liborio. Un’amministrazione attenta” chiosa il dirigente Giuseppe Nuciari. “Abbiamo l’obiettivo ambizioso di essere più fruibili e attrattivi per i piccoli. Per farlo non servono azioni sporadiche, ma scelte continue come la conferma della stagione teatrale per ragazzi il sabato sera e anticipando, nel 2020, il Veregra children alla prima settimana di giugno per essere ancora più in contatto con le scuole”.

“Da non perdere nel we è anche Borghi Aperti. Doveva tenersi il 17 agosto, ma pioveva, per cui inseriamo sabato 15 l’iniziativa insieme al festival con giro turistico alle 18 e a seguire cena in piazza sotto le stelle” conclude la Puggioni ringraziando il predecessore Giacomo Beverati. Le conferenze sono riconosciute come formazione, e crediti, dall’Ambito XIX.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.