05252019Sab
Last updateSab, 25 Mag 2019 1pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Iscriviti al nostro canale Youtube

Montegranaro, tutto pronto per Salvini che punta su made in e sicurezza. Negato il presidio al Comitato 5 Luglio

lucesalvi

Gli esponenti della sinistra: "Vorremmo ricordargli le leggi in vigore, Scelba e Mancino, sul reato di apologia del fascismo, che oggi sembrano completamente disattese ed ignorate, soprattutto da chi ha il compito di farle applicare”.

MONTEGRANARO – Un comizio come segretario della Lega in campagna elettorale per le Europee, ma è sempre il ministro dell’Interno che ha messo il suo volto sui manifesti di Mauro Lucentini, il responsabile tesseramento regionale della Lega che da Montegranaro spera di decollare verso Bruxelles. E così, il cordone di sicurezza diventa invalicabile. Ancora di più per chi vuole protestare. È il caso del Comitato 5 Luglio a cui è stato negato il presidio pacifico nella zona del comizio di Matteo Salvini, che si terrà oggi alle 16.45 in piazza San Serafino. Presidio che fu invece consentito, tra l'altro a pochi metri dalla Prefettura, dall'allora prefetto D'Alessandro in occasione dell'inaugurazione della questura di Fermo.

Non potendo esserci, il comitato 5 Luglio nato dopo la morte del richiedente asilo Emmanuel a Fermo, manda alcuni messaggi al ministro: “Vorremmo ricordargli le leggi in vigore, Scelba e Mancino, sul reato di apologia del fascismo, che oggi sembrano completamente disattese ed ignorate, soprattutto da chi ha il compito di farle applicare”. Un chiaro riferimento a quanto sta accadendo attorno al suo libro intervista scritto dalla giornalista Chiara Giannini ed edito dalla casa editrice considerata vicinissima a Casa Pound. Ma non solo: “Vorremmo ricordargli che nelle Marche si sono consumati atti ed episodi drammatici, i più gravi: la morte di Emmanuel a Fermo e la sparatoria a Macerata, e che questi avvenimenti sono il frutto di un clima avvelenato che si è creato nel paese, per cui il nemico è quello che ha un colore diverso dal tuo”.

Salvini parlerà di made in Italy, come ha fatto in più incontri durante il Micam, parlerà di sicurezza, parlerà di Europa e di quello che non funziona e soprattutto, è la speranza di Lucentini e del candidato sindaco Gastone Gismondi, darà la spinta ai candidati per vincere.

@raffaelevitali

 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Ponte di Rubbianello: cinque anni di nulla dopo il crollo

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.