08222019Gio
Last updateGio, 22 Ago 2019 4pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Voglia di cambiare Montegranaro, Ranalli e Marilungo: ecco perché ci candidiamo

montegranaro

Questo spiegano il terzo candidato sindaco a Montegranaro, Demis Ranalli, e il consigliere più conteso Eros Marilungo.

MONTEGRANARO – Cosa spinge le persone a candidarsi, a mettere la propria faccia in un manifesto, a dedicare tempo alla collettività? Le motivazioni sono le più diverse, ma ci sono e spesso vanno oltre il vantaggio personale. Questo spiegano il terzo candidato sindaco a Montegranaro, Demis Ranalli, e il consigliere più conteso Eros Marilungo.

Ranalli è stato il giovane della prima era Gismondi. Poi qualcosa si ruppe e dopo un giro ai box torna da protagonista per portare ‘Aria nuova’. “Ma senza scendere a compromessi irreversibili e dannosi che mettono in discussione i valori fondanti del civismo collettivo, ancorché di centro destra; quei valori che identificano concreti e reali progetti alternativi alle altre liste e che hanno come filo conduttore l'appartenenza forte a Montegranaro, l'essere al servizio della comunità con una visione globale di sviluppo senza la rincorsa compulsivo e maniacale della poltrona a tutti i costi e per tutte le occasioni”. Il nuovo per lui è nell’età della lista, che sarà molto bassa: “Un differente modo di spendersi in politica, inspirato alla vicinanza dei propri concittadini non all'egoismo o all'ambizione personale. Il nostro programma parte da una nuova coscienza del vivere insieme per essere al passo dei molteplici cambiamenti della nostra città che richiedono risposte sempre più confacenti ai bisogni collettivi ed anche alle risvegliate sensibilità umane”.

Più politiche invece le motivazioni di Marilungo, entrato come consigliere di maggioranza in questa Sinistra, poi passato all’opposizione per irreparabili fratture con il ‘metodo’ Mancini. “Corriamo insieme a Gismondi e a Montegranaro tra la gente perché nella maggioranza uscente sono mancati coinvolgimento e dialogo. Un esempio, venivamo a conoscenza delle delibere da approvare il giorno prima, c’era la presunzione che votassimo senza sapere nulle. Volevano alzate di mano a comando, ma io non sono così, sono abituato a ragionare con le idee mie e di chi ci ha sostenuto”. Scegliere di cambiare coalizione per Marilungo non è stato facile, ma lo ha fatto: “Un cammino iniziato quattro anni fa con la prima problematica, l’antenna Vodafone. Dei cittadini ci hanno portato a conoscenza di alcune problematiche, abbiamo abbandonato gli schieramenti, ci siamo seduti a un tavolo e abbiamo risolto il problema nel miglior modo”. Gli esempi di collaborazione con la minoranza, e con le persone, sono tanti per Marilungo: “Pensiamo al gasdotto, con il tracciato che sarebbe passato a 10 metri dai fabbricati. Abbiamo portato a conoscenza le persone del progetto, li abbiamo ascoltati, ne abbiamo raccolto le esigenze e siamo riusciti a fare qualcosa di utile. I cittadini non dicevano no all’opera, nessuno si oppone allo sviluppo della rete energetica nazionale, ma era diffusa la richiesta di subire meno danni possibili e di veder preservata la propria sicurezza. Siamo stati noi delle forze di opposizione a far fronte Comune e a farci carico di ciò che dall’Amministrazione comunale era mancato: informazione puntuale, dialogo con i proprietari, studio delle possibili migliorie. Il risultato finale è stato che il gasdotto passerà, ma si sta raggiungendo un accordo con i proprietari, sia per la profondità, che sarà maggiore di mezzo metro rispetto alle previsioni iniziali, che per la maggiore distanza dai fabbricati”. Insomma, per Marilungo nel mondo Gismondi regna la partecipazione, anche per la stesura del programma: “In questa lista porto la mia esperienza di 5 anni di consigliere, la mia conoscenza delle manutenzioni. Ho sempre creduto sia meglio prevenire che curare, quindi serva effettuare ottime manutenzioni del patrimonio comunale, di luoghi importanti e in condizioni inaccettabili come la Bombonera, di asfaltature adeguate, non concentrate in pochi mesi di campagna elettorale, ma effettuate periodicamente, con programmazione”.

@raffaelevitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.