08202019Mar
Last updateMar, 20 Ago 2019 3pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Mezzina, pronti 500mila euro per metterla in sicurezza. Perugini: "Numerose le priorità, non solo la rotatoria"

incrociomezzina

“Pur essendo la Mezzina ad alto scorrimento ha ingressi a raso. Non è stata pensata per sopportare un flusso così alto di veicoli".

di Raffaele Vitali

MONTEGRANARO – Rotonda o non rotonda? Incrocio pericoloso o ce ne sono di peggio? La Mezzina è entrata prepotentemente nel dibattito politico e pubblico. “Non credo che il vero problema sia l’incrocio dove purtroppo è avvenuto l’incidente mortale” sottolinea il sindaco di Montegranaro Ediana Mancini. Sono numerosi, e altri, i punti critici, a cominciare, per quanto riguarda Montegranaro, dal crocevia che costeggia il benzinaio del metano. Ma non solo, c’è quello di Monte Urano, poche centinaia di metri prima o, andando verso Casette, quello di Cura Mostrapiedi. “L’incrocio di cui parliamo è quello che dà meno problemi. È regolamentato e ben visibile. Se uno non rispetta le regole, non possiamo fare altro”.

Poi, nessuno direbbe di no a una rotonda anche se i dubbi tecnici sono molteplici. Secondo gli ingegneri una rotonda ha a senso tra strade di pari traffico, cosa che non avviene per l’incrocio incriminato, che presenta una strada, la Mezzina, più trafficata e ad alta velocità, e altre due invece meno frequentate. Se la Provincia trovasse i soldi, però, nulla in contrario dai sindaci. Sempre che si ragioni prima sulle priorità. “Pur essendo la Mezzina ad alto scorrimento ha ingressi a raso. Non è stata pensata per sopportare un flusso così alto di veicoli. Nel tempo – sottolinea il presidente della Provincia Aronne Perugini – è stata messa in scurezza con tutor, che io ho portato da 8 a 12 ore di attivazione, e semafori. Incidenti tragici sono diventati una terribile eccezione. Servono interventi, lo sappiamo”.

Ma quali? “Sono molteplici. Il primo è quello di risistemare il manto stradale dove ci stanno gli avvallamenti da Monte Urano a Casette. Oltre a questo ci stanno le intersezioni, tutte pericolose, incluso l’ingresso a raso dal villaggio del lavoro, dove doveva esserci il sottopasso. Rispetto a questo ho cercato di trovare le risorse. Da tempo ne seguivamo l’iter, e in Provincia abbiamo trovato un mutuo per la messa in sicurezza della Mezzina contratto nel 2007 da Ascoli, mutuo che era bloccato nella divisione”. E non basta. “Probabilmente ci sono altri 207mila euro in arrivo da una partita con Ascoli. Non tutti, ma almeno parte li destineremo alla Mezzina. Quindi avremo poco meno di 500mila euro a disposizione”.

Per capire come e dove intervenire, Perugini ha dato mandato all’ufficio tecnico di presentare alcuni preventivi, incluse le tre possibili rotatorie, sperando che siano migliori, per quanto riguarda l’incrocio semaforico, di quello attuale che parla di 400mila euro necessari. Una volta che ci sarà certezza delle somme e costo degli interventi chiamerò i quattro sindaci interessati, ci metteremo seduti, vedremo come le amministrazioni comunali comparteciperanno, visto che tre rotatorie hanno tre proprietari diversi, e agiremo. Di certo per me il riequilibrio dell'asfalto è fondamentale”. 

@raffaelevitali 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.