08162018Gio
Last updateMer, 15 Ago 2018 5pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Amandola

Battaglia vinta, nasce l'area Appennino Alto Fermano. Cesetti: Dietro al nome fondi per internet e scuole

cesetti giacinti prov

Un passo dovuto che sana una ingiustizia palese, visto che solo i comuni fermani erano rimasti fuori dalle aree interne regionali.

AMANDOLA – Una battaglia vinta: è nata l’area montana ‘Appennino Alto Fermano’. Sette comuni (Amandola, Montefalcone Appennino, Montefortino, Montelparo, Monte Rinaldo, Santa Vittoria in Matenano e Smerillo) che da oggi sanno di poter applicare il metodo utilizzato dalla SNAI (Strategia Nazionale Aree Interne), avviare progetti congiunti dandosi obiettivi strategici in grado di candidarsi con maggiori possibilità di successo agli interventi ancora da attuare con i Fondi Strutturali e di Investimento dell’Unione Europea gestiti dalla Regione. Insomma, la montagna ha una strada in più per tornare a fare rete, dopo che nell’ultimo anno qualche frizione di troppo ha minato equilibri prima perfetti.

“Il riconoscimento dell’area interna denominata Appennino Alto Fermano da parte della Giunta rappresenta la positiva conclusione di una esigenza forte delle aree interne del Fermano all’interno di un percorso partecipato e condiviso con i territori ed i loro rappresentanti” commenta l’assessore regionale Fabrizio Cesetti che con il consigliere Francesco Giacinti ha condotto per i comuni la battaglia in Regione.

Un passo dovuto che sana una ingiustizia palese, visto che solo i comuni fermani erano rimasti fuori dalle aree interne regionali: “Si inizia un percorso di maggiori opportunità per territori, alle cui condizioni di debolezza si sono aggiunte le ferite del sisma perché, ricorda Cesetti, se vogliamo che queste terre non si spopolino e riprendano vitalità dobbiamo creare le giuste condizioni soprattutto per i giovani, perché è attraverso di loro che si riscostruisce il senso di comunità per permettere ai territori di crescere e potenziarsi”.

A parte il nome, sono i vantaggi che interessano le amministrazioni: “In molteplici ambiti come l’edilizia scolastica, nel grande progetto per la banda ultra larga, e altre priorità specifiche riservate alle aree interne”. Dopo l’approvazione da parte dell’assemblea dei sindaci è arrivato l’ok della giunta. A fare parte dell’area sono tutti i comuni dell’Unione Montana dei Sibillini, oltre Monte Rinaldo. Non facile però. “L’area Appennino Alto Fermano ha i requisiti di eleggibilità per l’avvenuto riconoscimento da parte della Regione Marche rappresentati dalla perifericità rispetto ai principali poli dello sviluppo economico, insieme a problemi di spopolamento come evidenzia il Dossier ma anche con potenzialità di sviluppo che intendiamo raccogliere” conclude Giacinti che ricorda però che per brindare definitivamente bisogna attendere il parere favorevole del Comitato Tecnico Aree Interne.

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.