09232018Dom
Last updateDom, 23 Set 2018 10am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Amandola

Amandola, Rsa promossa da Asur e De Micheli. Il sindaco: "Nuovo ospedale, appalto entro ottobre"

rearsa
reamarinaangeli

“Nella parte agibile – riprende Rea - sono state riattivate le attività che avevamo nel cronoprogramma. Radiologia funziona con tanto di Tac, per la risonanza magnetica è stata individuata la stanza. Entro marzo finiamo i lavori di sistemazione del locale ed entro marzo arriverà il macchinario: per maggio sarà in funzione”.

di Raffaele Vitali

AMANDOLA - “Piacere Paola”. Entra in una stanza, poi in un’altra, saluta i 18 anziani ospiti della Rsa di Amandola. Uno dei simboli del ‘volere è potere’ di un sindaco che ha cambiato volto alla vecchia sede delle scuole elementari pur di ripristinare il servizio, è diventato il motivo di visita del commissario alla ricostruzione Paola De Micheli. L’onorevole che ha preso il posto di Vasco Errani sta cercando di accelerare pratiche, limare la burocrazia, garantire un futuro migliore. Non facile, e lo sa bene. Ma intanto ha cambiato l’approccio fisico, dando un po’ di speranza e serenità con la sola voce.

La Rsa è un piccolo gioiellino, anche se destinata a durare il meno possibile. “Questa struttura è stata riaperta in tempi brevi perché il Comune sapeva che c’era la necessità di averla qui. Parliamo di un territorio di 7mila abitanti ma complesso per viabilità e morfologia. Impossibile continuare a tenere le persone a 30 chilometri dai propri cari. Resta il fatto che – spiega il direttore del distretto unico dell’Asur 4, Vincenzo Rea – auspico quanto prima una Rsa nuova che sorga dalle ceneri del vecchio ospedale o dentro il nuovo”.

E sul nuovo è arrivata la buona notizia in diretta: “Questa mattina ad Ancona c’è stata la verifica del progetto definitivo del nuovo ospedale realizzato dalla Kos, così come chiesto dall’Area Vasta 4. Il dottor D’Angelo, responsabile del presidio di Amandola, ha preso parte alla riunione e tutto è andato per il meglio” prosegue Rea. Tutti vogliono la stessa cosa: la miglior Rsa possibile. “Per cui immaginarla insieme ai servizi specialistici, ai poliambulatori e alla Potes 118 è la strada. Ecco perché l’auspicio è che prima parte il nuovo ospedale meglio è”. Il ‘prima’ lo garantisce il sindaco Adolfo Marinangeli: “Entro giugno, dopo il passaggio positivo di oggi, avremo il progetto definitivo e porteremo a compimento l’esproprio. Sono certo che la gara di appalto si terrà tra ottobre e novembre”.

Nel mentre, prosegue l’attivazione dei servizi nella struttura dell’ospedale: “Nella parte agibile – riprende Rea - sono state riattivate le attività che avevamo nel cronoprogramma. Radiologia funziona con tanto di Tac, per la risonanza magnetica è stata individuata la stanza. Entro marzo finiamo i lavori di sistemazione del locale ed entro marzo arriverà il macchinario: per maggio sarà in funzione”. Sorride Marinangeli che ha incassato in poche ore i complimenti della De Micheli per i lavori fatti e la conferma di una continua crescita di servizi dal direttore Rea: Non dimentichiamo mai che nel piano sanitario regionale Amandola è ospedale di polo, non un semplice presidio. Questo ci dà fiducia anche sulla possibilità di implementare quello che già abbiamo, come la Tac che vorrebbe attiva tutti i gironi. Per questo abbiamo già la rassicurazione dell’Asur: se i numeri lo richiederanno (al momento sono una trentina quelle svolte ogni settimana, ndr) ci verrà concesso il potenziamento”.

@raffaelevitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.