04212018Sab
Last updateSab, 21 Apr 2018 4pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Amandola

Rifugio Città di Amandola nelle mani del Cai: "Vogliamo riaprire le piste per lo sci di fondo"

rifugioamandola

Il presidente Sirocchi: “Abbiamo in programma diversi progetti per questa primavera, a partire dalla riapertura dei percorsi, a piedi o in mountain bike, che verranno proposti ai visitatori".

AMANDOLA – Chi ben lavora va confermato. Il sindaco Adolfo Marinangeli ha deciso che il Cai di Amandola può proseguire nella gestione del rifugio città di Amandola, situato a 1200 metri e ormai punto di riferimento per gli appassionati della montagna. A convincere il primo cittadino anche il programma di rilancio presentato dal presidente del Cai, Claudio Sirocchi: “Vogliamo sistemare i bracieri, le panchine e tutto ciò che è stato rovinato dal maltempo dello scorso anno. Uno degli obiettivi più ambiziosi è quello della riapertura delle piste da fondo a Campolungo, questo se riusciremo ad acquistare insieme al comune una motoslitta”.

Per sciare bisogna poterci arrivare al rifugio e così il primo impegno: “La strada sarà aperta fino all’incrocio con Valle Caprina, in modo da lasciare liberi ed immacolati gli altri 5 km di percorso per coloro che vorranno divertirsi con sci da fondo, slittini o ciaspole”. Il rifugio deve vivere e farlo sempre meglio essendo un punto di partenza perfetto per molte escursioni sui Monti Sibillini: “Abbiamo in programma diversi progetti per questa primavera, a partire dalla riapertura dei percorsi, a piedi o in mountain bike, che verranno proposti ai visitatori. E questo in ogni fine settimana fino a maggio, mentre tutti i giorni da giugno a settembre” conclude Sirocchi, ricordando che gli itinerari sono tutti consultabili sul sito www.caiamandola.it oppure sulla pagina facebook.

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Fede, giovani e integrazione: i primi pensieri fermani di monsignor Pennacchio

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.