04212018Sab
Last updateSab, 21 Apr 2018 4pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Amandola

Ricostruzione, non solo soldi. Ciaffaroni e Marinangeli: "Gare di appalto più facili e basta Invitalia"

ceriscioli marinangeli

"Risolto anche il nodo parcelle professionali non comprese nei progetti. Da oggi invece si rispettano le percentuali dentro il nuovo decreto fiscale. Quindi gare di appalto anche per o professionisti che saranno pagati all’interno del progetto”.

di Raffaele Vitali

FERMO - “Le difficoltà fino a oggi sono state molteplici: burocrazia, farraginosità degli atti prodotti, impossibilità di conferire gli incarichi per il primo piano opere pubbliche. Ma il nuovo commissario sta cercando di semplificare le regole burocratiche. Dal collegato fiscale alla finanziaria, speriamo che il anno nuovo ci renda operativi”. Domenico Ciaffaroni è il sindaco di Montefortino. Esce dalla sala in cui il capo della protezione civile Piccinini insieme a quello per la ricostruzione Spuri stanno presentando il secondo piano delle opere pubbliche.

Le cifre sono note, “e importanti per sbloccare tutto”, ma quello che cambia davvero è la norma. La speranza di Ciaffaroni, infatti, è diventata realtà nelle parole dei vertici regionali, incluse quelle dell’assessore Fabrizio Cesetti, che è riuscito nell’impresa di far arrivare 48 milioni di euro nel Fermano. “La Regione – riprende il sindaco di Amandola, Adolfo Marinangeli - ha cambiato passo. Cambio politico, non tutto a tutti e cambio normativo. Il primo è importante: si dà quello che serve e a chi è stato terremotato, tolte scuole e municipi che riguardano ogni comune con problemi. Ecco è perché oggi nel secondo piano opere pubbliche ci sono più edifici. Il secondo cambio di passo è di importanza enorme: le gare di appalto fino a 5milioni si potranno fare con procedura negoziata, a invito, che prevede poi un sistema che sceglie a rotazione o a sorteggio. Così ne selezioni una decina e non devi affrontare una procedura con centinaia di risposte”.

Ma non solo, perché Spuri ha annunciato un’altra importante novità: nasce la Suam, la Stazione uniche appaltante marchigiana, che delegherà poi le Sua provinciali e comunali nella gestione delle gare. In questo modo si limiteranno gli interventi di Invitalia. “Infine – spiega Marinangeli toccando un punto evidenziato anche da Ciaffaroni – risolto anche il nodo parcelle professionali non comprese nei progetti. Da oggi invece si rispettano le percentuali dentro il nuovo decreto fiscale. Quindi gare di appalto anche per o professionisti che saranno pagati all’interno del progetto”.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Fede, giovani e integrazione: i primi pensieri fermani di monsignor Pennacchio

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.