11232017Gio
Last updateGio, 23 Nov 2017 5pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Amandola

Dove andare questa estate? La travel blogger internazionale Longo non ha dubbi: Amandola

roberta longo

Un bel biglietto da visita che attirerà turisti che magari neppure sanno dove siano le Marche e ancor meno i Sibillini. Turisti che poi si perderanno in piazza tra un caffè, un cornettone o un gelato con il gusto #Amandolariparte, inventato da Nadia e Antida.

di Raffaele Vitali

AMANDOLA – I turisti stanno tornando. Lo sa il sindaco Adolfo Marinangeli, ma soprattutto lo stanno capendo le strutture ricettive e commerciali. La paura è passata, anche se le macerie restano. Ma a dominare il paesaggio è la bellezza dei monti Sibillini che rende Amandola il dipinto dentro una cornice speciale. Se la prossima settimana arriveranno camper da tutta la Regione, pronti per visitare il vivaio con annesso tartufaio dell’Assam, è per l’estate che l’amministrazione sta lavorando. Un cartellone ricco di eventi che ha conquistato, assieme alla bellezza dei luoghi, anche una delle principali travel blogger italiane.

A tal punto che, nel suo ultimo post, la pugliese Roberta Longo, www.infoturismiamoci.com, ha inserito Amandola tra le otto cose da vedere nell’estate 2017.

La città dei Sibillini si è così trovata al fianco della Valtellina e della Pantelleria, ma anche di, uscendo dai confini nazionali, di Grecia, Georgia e Transilvania. Roberta Longo è una travel blogger che così si definisce: “A 20 anni sceglievo le mete in base alle offerte Ryanair: trovavo il volo più economico, prenotavo, partivo, fotografavo ogni piatto assaggiato e al ritorno pubblicavo il tipico post “10 cose da mangiare a …”. Oggi, a 30 passati, ogni meta è pensata e fortemente voluta: parto con il pensiero di concedermi totalmente alla destinazione e torno con un miliardo di impressioni che spesso riesco a sintetizzare solo nei miei famosi pensieri ad cazzum. Prima erano le capitali europee, oggi Balcani e Medio Oriente, domani chissà”.

Domani sarà Amandola, per un motivo molto semplice che la Longo riassume così, con i consigli per una vacanza low cost ed esclusiva lontana dalle code delle tangenziali: “Amandola, scelta insolita penserete. Per chi non si è mai perso nei borghi marchigiani sì, per me assolutamente no. Borghi amati di un amore così puro da impregnare l’aria. Penso ad Amandola: il sapore intenso del tartufo, il velluto dei Monti Sibillini, il buon vino, l’aria frizzante. Ricordi, associazione di idee. Pietra e terra. La consiglio come meta per l’estate 2017 a chi cerca scenari e sapori autentici, lontani dal rumore del turismo di massa, dalla confusione”.

Un bel biglietto da visita che attirerà turisti che magari neppure sanno dove siano le Marche e ancor meno i Sibillini. Turisti che poi si perderanno in piazza tra un caffè, un cornettone o un gelato con il gusto #Amandolariparte, inventato da Nadia e Antida che unisce mandorle tostate a una variegatura di pinoli.

@raffaelevitali 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.