05272017Sab
Last updateSab, 27 Mag 2017 4pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Amandola

Tra Pd e Dp c'è un Pochini di differenza. Il vicesindaco se ne va, poi rientra

lattanzipochini

Il vicesindaco di Amandola: "Ci sono diverse situazioni da valutare. Voglio capire come si struttura il movimento neo nato, voglio capire come andranno le primarie del Pd”.

AMANDOLA – Domenica mattina ha preso parola per secondo, ha fatto l’intervento più duro sull’attuale gestione e direzione politica del Partito Democratico, ha ospitato la conferenza stampa della nascita dei Democratici e Progressisti del Fermano. Ha fatto tutto questo, ma non ha lasciato il Pd. Il protagonista è Giuseppe Pochini, vicesindaco di Amandola al centro di una convulsa giornata politica che ha tenuto in collegamento Amandola, Fermo e Roma. Possibile? Sì, se sei uno che da quarant’anni milita tra Pci, Ds e Pd, sì se sei il riferimento del partito dentro l’amministrazione della città dei Sibillini, sì se nessuno sapeva che stavi per passare a Dp, dimenticando il Pd.

E così, quando tutto sembrava scritto, ecco la nota del segretario del Pd di Amandola, Francesco Miti: “Devo precisare che il vicesindaco di Amandola Giuseppe Pochini è tuttora iscritto al nostro circolo avendo rinnovato la tessera e ribadito davanti al Direttivo del Circolo la sua intenzione di proseguire il suo impegno politico nel Partito Democratico e amministrativo nella carica di vicesindaco di Amandola”.

Dentro i Democratici e Progressisti si resta increduli. Si parla “di tempi tecnici di uscita dal Pd” e nulla più. Ma col passare dei minuti la situazione di complica. E alla fine è lo stesso Giuseppe Pochini a spiegare come stanno le cose. “Non sono uscito e al momento non sto pianificando l’uscita. Ci sono diverse situazioni da valutare. Voglio capire come si struttura il movimento neo nato, voglio capire come andranno le primarie del Pd”. Insomma, se dovesse vincere Orlando, la scelta sul suo futuro potrebbe cambiare. E dire che domenica mattina ad Amandola tutto sembrava fatto, visto che i presenti erano tutti convinti sostenitori del movimento creato da Bersani e company a livello nazionale e in loco rappresentato dall’onorevole Lara Ricciatti: “Ho partecipato in maniera convinta, con simpatia per capire cosa si sta formando. A me interessa un Pd più a sinistra, per questo mi piace Dp” conclude. Ma al momento la sigla non cambia: per Pochini resiste il Pd, poi a Dp ci Penserà Dopo.

Raffaele Vitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Loira ricorda il carabiniere Beni

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.