06152019Sab
Last updateSab, 15 Giu 2019 7pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Amandola

Amandola investe sulla bellezza. Lupi: nuove ringhiere, targhe pulite e pannelli per turisti

ringhieraamandola

Riqualificazione non fine a se stessa, come dimostra l’attenzione alle targhe delle vie pulite, ridipinte, rinnovate e ricollocate dalla ditta amandolese Co-Work.

AMANDOLA – Pietra arenaria al posto dell’asfalto, così largo Righi da grigio luogo diventa un angolo da cui ammirare Amandola. Duecento metri di nuova pavimentazione, la stessa del resto del centro storico, nuove targhe per le vie, la parte alta della città dei Sibillini migliorata con 80mila euro di lavori voluti dall’amministrazione comunale. “È stato rinnovato il muretto adiacente e vi è stata posizionata una nuova ringhiera per la sicurezza dei passanti. I lavori presso Largo Righi comprendevano anche la riqualificazione ed il riposizionamento della vecchia fontana pubblica. Infine, è stato affisso anche il pannello in metallo color canna di fucile, con l’insegna Museo del Paesaggio. E – aggiunge il Comune – posizionando la nuova pavimentazione abbiamo verificato che non creasse problemi al passaggio di ogni tipo di carrozzina”.

Valore aggiunto la ditta che ha effettuato il lavoro, pagato da Comune e Gal Fermano, l’amandolese “Cruciani Domenico” con la direzione lavori dell'ingegner Ludovica Malavolta. “Abbiamo portato avanti un progetto di abbellimento e di riqualificazione di quella che noi amandolesi chiamiamo Piazza Alta, sostituendo le vecchie ringhiere che si affacciavano sui Monti Sibillini e – ribadiscono gli assessori Piergiorgio lupi e Sara Cruciani - posizionandone di nuove in ferro e maggiormente sicure. Anche in via del Sole e vicolo Deserto sono state posizionate nuove ringhiere, oltre alla sistemazione di una preesistente, grazie alla ditta Cardinali di Sarnano”.

Riqualificazione non fine a se stessa, come dimostra l’attenzione alle targhe delle vie pulite, ridipinte, rinnovate e ricollocate dalla ditta amandolese Co-Work. “Prossimo step – conclude l’assessore Lupi – posizionare in Piazza Risorgimento un segnale turistico sperimentale, che indica ed illustra tutti i monumenti di Amandola, le varie strutture architettoniche della Città e i servizi come parcheggi, servizio postale. È doveroso sottolineare come questo segnale sia “sperimentale”, una sorta di prova, preso sul modello della segnaletica sperimentata a Spoleto, poiché prima è giusto comprendere se esso verrà apprezzato dalla Comunità e dai turisti e di conseguenza vedere se sarà necessario apportare qualche modifica. In caso di riscontro positivo si passerà alla fase successiva di copertura graduale dell’intero territorio con questo sistema di segnaletica”.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.