04242019Mer
Last updateMer, 24 Apr 2019 8pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Amandola

Amandola sempre più città dei Sibillini: cinema e teatro per ridare serenità alla comunità

cineteatroeuropa

Se il cineteatro ha riaperto è anche perché ci ha creduto la gente, il progetto infatti fece parte della campagna di crowdfunding dell’Anci nazionale, che ha coperto la metà delle spese. Ma metà non è tutto.

AMANDOLA – Ci sono scelte che si capiscono solo quando si realizzano, quando si possono vivere. Una di queste è la decisione che prese il sindaco di Amandola, Adolfo Marinangeli, di investire risorse economiche e umane sul recupero del cine teatro Europa. Una comunità ha bisogno dei suoi luoghi di raccolta, dei riferimenti fisici, possibilmente culturali, che spingano le persone a uscire di casa, a vivere insieme. il cinema ha in sé questa natura, ma soprattutto ce l’ha il teatro. E infatti dopo l’inaugurazione che domani Amandola vivrà, c’è da aspettarsi che il sindaco riesca anche in un secondo piccolo miracolo: un cartellone teatrale che accompagni le settimane dei Sibillini.

Se il cineteatro ha riaperto è anche perché ci ha creduto la gente, il progetto infatti fece parte della campagna di crowdfunding dell’Anci nazionale, che ha coperto la metà delle spese. Ma metà non è tutto. Qui è entrato in gioco il sindaco e tutta la città a cui si sono aggiunti la Fondazione Carisap e alcune donazioni di privati. Insieme hanno tagliato il traguardo che significa, per ora, proiezioni con anteprime nazionali, film d’animazione ed esclusive. “Dopo gli interventi di riqualificazione, ripristino ed adeguamento, progettati dall'ufficio tecnico comunale, il Cine-teatro è stato riaperto al pubblico con la funzionalità di sala eventi, infatti nei mesi passati vi si sono svolte ad esempio serate da ballo e spettacoli per bambini. Ma è da domani che – spiega il sindaco soddisfatto - riaprirà per la prima volta, dopo gli eventi sismici, con le proiezioni cinematografiche”.

È il coronamento di questa lunga settimana che il Beato Antonio, celebrato oggi con un libro e il grande concerto, ha reso speciale per tutti gli amandolesi. La prima proiezioni alle 17 con il film d’animazione “Baffo e Biscotto – missione spaziale” e per i bambini l’ingresso sarà gratuito. A seguire, anche in occasione della commemorazione per la Shoah, alle ore 21.30 sarà la volta dell’anteprima nazionale “La Croce e la Stella” di Salvatore Lo Piano, un toccante e profondo film ambientato durante il secondo conflitto mondiale presso il campo di concentramento più grande d’Italia, il “Ferramonti”, in Calabria con la presenza in sala degli attori e del regista Lo Piano. “Non parliamo di un punto di arrivo, ma di partenza perché Amandola può solo continuare a crescere e per questo noi lavoreremo” conclude Marinangeli.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Ponte di Rubbianello: cinque anni di nulla dopo il crollo

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.