06152019Sab
Last updateSab, 15 Giu 2019 7pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Amandola

Aiutare i bambini creando posti di lavoro, da oggi si può: Resiliamoci cambia il cratere

resiliamoci

La parola che dopo il sisma tutti hanno imparato a conoscere è resilienza e proprio da qui parte l’azione di un gruppo di associazioni che hanno saputo unirsi.

 

FERMO - Resiliamoci è il nome del progetto che con 210mila euro prova a dare un futuro migliore ai minori colpiti dal sisma nel Fermano. In realtà il progetto coinvolge anche il maceratese e l’anconetano, coprendo 62 comuni sugli 87 facenti parte del cratere. A finanziare l’azione è la ‘Fondazione con i bambini’ che nel 2018 ha stanziato 884mila euro per le Marche e il contrasto alla povertà educativa.

La parola che dopo il sisma tutti hanno imparato a conoscere è resilienza e proprio da qui parte l’azione di un gruppo di associazioni che hanno saputo unirsi. “La Fondazione prevede un soggetto terzo, in questo caso l’università di Pisa che monitorerà e verificherà l’impatto sociale delle azioni e stilare il report che darà il grado di efficacia”.

Fabio Alessandrelli è il capofila insieme con la cooperativa sociale Opera: “Ci occupiamo di inserimento lavorativo. Con noi in Resiliamoci ci sono 23 partner operativi, ovvero destinatari di fondi, sparsi su un’area ampia. Sono stati coinvolti 7 ambiti, 8 istituti scolastici e l’università di Camerino”. Si parla di azioni educative mediante la resilienza della fascia tra i 3 e i 17 anni. Azioni diversificate e mirate su 1500 utenti. “Coinvolgeremo le famiglie e la comunità educante” aggiunge Alessandrelli.

Le azioni per il 90% saranno svolte da educatori e altre figure, quindi ci sarà un beneficio indiretto a livello occupazionale. “Il progetto scadrà il 30 giugno del 2020, giorno entro cui dovremo aver realizzato tutte le azioni”. UN esempio arriva dalla Tarassaco che fin dal dopo sisma hanno avviato laboratori tra Montefortino e Amandola. “Attività ricreative che da febbraio diventeranno anche educative, visto che le mamme ci hanno chiesto di coinvolgere i bambini, una trentina, anche nel fare i compiti. E noi lo faremo, grazie a questo progetto, sapendo che le mamme contribuiranno, portando la merenda, facendoci sentire la loro vicinanza. E lo faremo per due anni, cosa che ci permette di attivare nuove servizi, come il servizio civile, grazie alle risorse”.

Francesca Scocchera, Cooss Marche, entra nel dettaglio delle iniziative: “Una resilienza che parte dalla nascita ma che deve coinvolgere tutto il sistema attorno, da qui il coinvolgimento di famiglia e comunità. Abbiamo ragionato sull’impatto del progetto non limitato alle fasce d’età. Un partenariato ampio, che ci fa raccogliere tutte le istanze del territorio”. Le azioni partono dai laboratori con i minori, sportelli di consulenza con i genitori, dando supporto pedagogico, centri estivi per un potenziamento educativo tra fattorie sociali e centro ippico, laboratori ludico educativi, insieme alla Caritas per coinvolgere anche i minori in difficoltà, laboratori di cittadinanza, per recuperare l’identità culturale e lavorativa della comunità

Simone Bucchi, Csv Marche, torna indietro alla nascita della Fondazione con i bambini. “Ero rimasto stupito che questa fondazione, con un capitale di 120 milioni, fosse destinato alla povertà educativa. Veder declinata l’intenzione in un progetto preciso, mi fa capire che la strada era giusta. Concentrarsi sulle nuove generazioni in maniera così intelligente, stimolando la resilienza con un percorso dal singolo, poi sulla famiglia e il contesto è un percorso vincente. Utile per il territorio e fatto con uno stile e azioni di livello”.

Infine Alessandro Ranieri, Ambito XIX, che svolge un ruolo chiave perché è il polso sociale, quello che conosce i bisogni e le associazioni. “Cercheremo di allargare il partenariato in termini di contatto diretto per fare in modo che tutti le conoscano e possano essere coinvolti”. Resilienza.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.