04252019Gio
Last updateMer, 24 Apr 2019 8pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Amandola

Manovra, tutti i vantaggi per i terremotati: prorogati i 700 assunti e l'esenzione al ticket. Cangini: 'Ma le tasse restano'

PAOLO ARRIGONI LEGA MARCHE SENATORE

Quello dei 700 assunti era uno dei temi chiave. “Non solo abbiamo prorogato la decorrenza del pagamento della busta paga pesante, ma abbiamo allungato la modalità di rimborso: si pagherà in 120 anziché 60 rate a partire dal 1 giugno 2019" spiega la Lega.

AMANDOLA – IN attesa di conoscere il contenuto delle 190 pagine approvate al Senato che definiscono la politica economica italiana, si discute su quanto concesso ai territori colpiti dal terremoto. Punti di vista diversi da parte dei politici. Critico è il senatore marchigiano Andrea Cangini: “Speravo che dopo il passaggio, e la riscrittura, della manovra economica a Bruxelles, il governo avrebbe avuto la decenza di stanziare le risorse necessarie per dare finalmente sollievo alle popolazioni colpite dal terremoto di ormai due anni e mezzo fa. Mi sono illuso. Poco e niente c'era, poco e niente è rimasto. Tra l'altro, avevano promesso di ridurre del 40% le tasse ai terremotati del Centro Italia così come il governo Berlusconi fece con quelli de L'Aquila. Ennesima promessa non mantenuta”. Ma non la pensano così gli onorevoli di Lega e 5 Stelle eletti nelle Marche. Il primo a intervenire è Tullio Patassini, a lungo indicato come possibile commissario alla ricostruzione: “Prevista la proroga dello stato di emergenza nei territori coinvolti per tutto il 2019 con lo stanziamento di 360milioni di euro e, fino al 2020, l'opera dei 700 tecnici allocati nei comuni dei crateri e negli uffici speciali della ricostruzione che si occupano di evadere le pratiche della ricostruzione pubblica e privata”.

Quello dei 700 assunti era uno dei temi chiave. “Non solo abbiamo prorogato la decorrenza del pagamento della busta paga pesante, ma abbiamo allungato la modalità di rimborso: si pagherà in 120 anziché 60 rate a partire dal 1 giugno 2019 - spiega il senatore leghista -. Inoltre, abbiamo escluso fino al 2020 dal reddito imponibile ai fini Irpef i redditi su fabbricati inagibili o distrutti. Importantissimo anche l'emendamento della Lega per l'esclusione dal reddito anche ai fini Isee, il che restituirà alle famiglie la possibilità di vedersi riconosciuti agevolazioni per le tasse universitarie, l'accesso ai servizi comunali, l'esenzione al ticket sanitario, i libri per le scuole, le prestazioni sanitarie a domicilio o i bonus bebè” aggiunge il senatore Arrigoni a nome degli altri onorevoli della Lega. Stessa linea di pensiero per il Movimento 5 Stelle con Giorgio Fede e gli altri: “Abbiamo anche prorogato fino al 2020 la Zona Franca Urbana, indispensabile per tutto il cratere appenninico. Inoltre, grazie al lavoro condotto sotto la direzione del sottosegretario Vito Crimi, c'è l'esenzione della tassa di occupazione di suolo pubblico e dell'imposta per le insegne di esercizio per le attività che si trovano nei Comuni interessati. In più, nel settore sanitario, c'è la possibilità di estendere i contratti a tempo determinato aggiuntivi fatti nell'area dopo il 24 agosto del 2016”.

Raffaele Vitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Ponte di Rubbianello: cinque anni di nulla dopo il crollo

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.