04252019Gio
Last updateMer, 24 Apr 2019 8pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Amandola

Il futuro in un click: 'Via Terra', l'Amazon dei giovani dei Sibillini che consegna prodotti locali in due giorni

narrazioneamandola

Gli ideatori finanziati dalla Fondazione Carisap: Noi ci rivolgiamo alle aziende agricole, in particolare alle più piccole che non riescono a emergere sul web. Costa un sito: personale, gestione, spazio, narrazione. Tutto sarebbe complicato per un piccolo.

di Raffaele Vitali

AMANDOLA – Un gruppo di giovani, un pc, un’idea, un finanziatore, una start up che diventa azienda, una vetrina per i piccoli, il primo assunto: benvenuti nel mondo di Via Terra, cooperativa sociale composta da giovani e disoccupati, che gestisce una piattaforma web composta sia da un sito internet di carattere contenutistico sia da un supporto e-commerce B2C, che permetterà la vendita on line dei prodotti degli agricoltori.

Michele Valleriani, ci spiega di cosa stiamo parlando?

“La base di partenza era ‘dare lavoro ai giovani del territorio’. Io sono la dimostrazione che il progetto sta andando nel verso giusto: sono un dipendente, sono arrivato nella seconda fase, dopo l’avvio”.

Come avete pensato di raggiungere gli obiettivi richiesti?

“È nato il progetto di e-commerce legato ai prodotti del territorio. Noi ci rivolgiamo alle aziende agricole, in particolare alle più piccole che non riescono a emergere sul web. Costa un sito: personale, gestione, spazio, narrazione. Tutto sarebbe complicato per un piccolo. A quel punto subentriamo noi, dando uno spazio web in un unico portale di vendita. Per l’utente finale, invece, il vantaggio è di poter mangiare cibo sano e di qualità”.

Come avete trasformato l’idea in realtà?

“Grazie a un finanziamento della Fondazione Carisap che ha creduto nel nostro progetto”.

Chi c’è dietro l’idea?

“Il capofila è il Cacuam di Amandola, l’associazione che riunisce noi giovani”.

Cosa garantite all’utente?

“Abbiamo un magazzino interno e poi raccogliamo i prodotti delle aziende agricole che sa esattamente cosa comprare. Il nostro è un sito che al momento prevede una vetrina per la filiera di prodotti lavorati, non ancora il fresco. Quindi olio, miele, salumi, confetture, pasta sono tra i punti fermi insieme a birra, spezie, legumi, farine e vino”.

L’obiettivo è crescere?

“Al momento abbiamo 12 aziende agricole inserite, ma ne stiamo contattando altre interessate. Le aziende entrano gratuitamente. Noi raccontiamo la storia dei produttori, con foto e video e descrizione. In futuro vedremo se dovranno pagare qualcosa per iniziare”.

Come si alimenta questo progetto?

“Noi guadagniamo sul piccolo ricarico dei prodotti. Poi la Fondazione, in questo momento, copre la maggior parte delle spese, in particolare l’occupazione. Presto ci sarà un’altra assunzione”.

I giovani che partecipano al progetto sono tutti volontari?

“La base è proprio la voglia di rilancio del territorio. Abbiamo un agronomo, un grafico, un addetto alla logistica, uno all’amministrazione e il tecnologo alimentare. Una squadra completa.  La promozione on-line ha bisogno di un’importante preparazione multidisciplinare, di un comparto logistico ben organizzato e, non da ultimo, di una capacità comunicativa acquisibile solo con un percorso professionale adeguato. Noi la garantiamo”.

Su che zona vi muovete?

“Al momento tra le province di Ascoli e Fermo. L’unico requisito per fare parte è che siano aziende agricole, ovvero devono fare più o meno tutto internamente”:

Chi è al momento il vostro cliente?

“Il target è il 35-50enne che punta su prodotti di qualità”.

Partiti gli ordini?

“Attirano ora i pacchi natalizi con i prodotti, abbiamo diverse tipologie. Poi se uno vuole ordina anche il singolo prodotto”.

Spese di spedizione?

“Chi ordina sopra i 69 euro di prodotti li riceve gratis. Noi consegniamo in Italia entro due giorni. Via corriere, c’è anche la possibilità di ritiro in sede, che si trova in via XX Settembre ad Amandola”.

L’ambizione?
“Per le aziende agricole avere un portale a disposizione, per la gente avere qualità. Per noi? Al momento non è il fresco, creerebbe molte complicazioni. Il nostro obiettivo è rendere reale lo slogan ‘la via più facile tra il campo e casa tua’.

Competitivi o cari?

“I prodotti non sono low cost, ma la qualità si paga. Non dimentichiamo che parliamo di prodotti biologici, che arrivano direttamente dal campo. Difficile trovare di meglio”.

Valleriani, siete l’Amazon dei Sibillini?

“Diciamo di sì, loro però consegnano in poche ore. Ci organizzeremo”. 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Ponte di Rubbianello: cinque anni di nulla dopo il crollo

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.