09212017Gio
Last updateGio, 21 Set 2017 6am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Arriva la Tirreno-Adriatico, uscita anticipata nelle scuole di Fermo

Comunicati gli orari per favorire il passaggio della corsa ciclistica.
CICLISMO

FERMO - In occasione della 6° tappa della gara ciclistica Tirreno-Adriatico, in programma lunedì 14 marzo, considerato che la manifestazione sportiva interesserà la SS 16 con passaggio previsto sul territorio alle ore 12.45 e che la circolazione stradale sarà sospesa sin dalle ore 12.00, con Ordinanza Sindacale n. 3 dell’11 marzo 2016 è stata disposta la sospensione dell’attività didattica nei plessi delle scuole Primaria e Media di Capodarco e della scuola Primaria di Salvano alle ore 11.30, limitatamente alle classi che sono interessate dall’orario antimeridiano.

Scacchi, i migliori d'Italia si sfidano al Palazzo dei Priori. Fermo sogna con Stefano Paci

Se la Federazione ha scelto Fermo, il merito è della squadra composta da Daniele Paci, Stefano Paci, Michele Donati e Gianraffaele Cecati che ha vinto il campionato di A2 e ora vive la massima serie.

scacchi campionato italiano marzo 2016


FERMO – Una torre al posto della penna, un alfiere come biglietto da visita: i migliori scacchisti d’Italia da domani, per tre giorni, si ritrovano a Fermo. Dodici squadre, 50 giocatori con accompagnatori e familiari provenienti dall’Italia del Nord est e dall’Italia centrale riempiranno Palazzo dei Priori durante il giorno, l’hotel San Paolo e Villa Lattanzi la notte. Il tutto grazie al sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo e della Camera di Commercio.

Osservata speciale la squadra di Fermo, capitanata dal consigliere comunale Stefano Paci. “Per la città ed il territorio sarà una grande vetrina anche grazie al fatto che le partite verranno trasmesse in diretta sul web, senza dimenticare il movimento turistico che anche questo campionato porterà per tre giorni nel Fermano” chiosa l’assessore Alberto Scarfini.

Non ha esitato il Comune a dare il suo ok quando si è presentata l’occasione: “Le squadre che parteciperanno arrivano da città che rappresentano il nostro target turistico e sarà un felice incontro di realtà che potranno conoscersi e farsi conoscere” ribadisce il sindaco Paolo Calcinaro anticipando le parole di Graziano Di Battista: “Gli scacchi ci portano a riflettere. La velocità non è la protagonista e questo permetterà anche di ammirare, a chi partecipa, le bellezze che lo circondano”.

Tecnicamente sarà una sfida di alto livello. “La regola “pezzo toccato, pezzo mosso” impone fin da principianti a pensare, prima di agire “toccare” alle conseguenze delle proprie azioni “mosse” e chi prevede più a lungo solitamente vince; sviluppa la fantasia e la creatività” secondo il presidente dell’Asd Circolo Scacchi Fermo Gianraffaele Cecati.

Se la Federazione ha scelto Fermo, il merito è della squadra composta da Daniele Paci, Stefano Paci, Michele Donati e Gianraffaele Cecati che ha vinto il campionato di A2 e ora vive la massima serie. Questo risultato ha dato la possibilità all’Amministrazione comunale di ospitare e organizzare a Fermo il raggruppamento non solo del girone del nord-est ma anche quello dell’Italia centrale. Udine, Venezia, Modena, Conegliano, Aldeno (Trento) e Fermo per il Nord Este; Arzano, Pescara, Latina, Roma, Nereto e Ostia per l’Italia centrale si daranno battaglia a colpi di pedone.

Il programma è ricco: venerdì 11 marzo, alle ore 15,30, al Palazzo dei Priori, ci sarà la cerimonia inaugurale con la presentazione delle squadre e poi di seguito, alle ore 17,00, come da calendario ufficiale della FSI, si svolgerà la prima partita; sabato 12 marzo alle ore 9,30 la seconda partita, alle 15,30 la terza partita; domenica 13 marzo alle ore 9,30 la quarta partita ed alle 15,30 la quinta ed ultima partita.

L’invito è partecipare, un campione è sempre dietro l’angolo. Un giovane giocatore, allievo del compianto maestro Attilio Basili, presidente della Società Operaia di Fermo, maestro elementare e grande divulgatore di questo gioco, alla domanda “perché ti piace il gioco degli scacchi?” rispose: “perché mi fa pensare”. Anche per questo, per riavvicinare i giovani al tempo, la società Operaia avvierà a giorni dei corsi con i giocatori di serie A come insegnanti.

I campionati del mondo di ginnastica ritmica si terranno nelle Marche

In attesa dell'evento mondiale, gli amanti dello sport avranno di che divertirsi in questo fine settimana visto che oggi inizia un week end dedicato a diverse discipline sportive.

giinastica ritmica2


Fermo - L'Adriatica Arena di Pesaro è stata scelta dalla Federazione Internazionale di Ginnastica per ospitare la 34esima edizione del Campionato del mondo di Ginnastica Ritmica, la prima rassegna iridata del quadriennio olimpico che porta ai Giochi di Tokyo del 2020. Una notizia che trova entusiasta e orgoglioso il presidente della Regione, Luca Ceriscioli.

Lo sport, sempre più volano per il turismo per la regione che, in questo fine settimana, ospita tre eventi sportivi di carattere nazionale e internazionale che si terranno tra Pesaro e Ancona e che ha appena ottenuto anche l'assegnazione del Campionato mondiale di Ginnastica Ritmica in programma dal 29 agosto al 3 settembre.

In attesa dell'evento mondiale, gli amanti dello sport avranno di che divertirsi in questo fine settimana visto che oggi inizia un week end dedicato a diverse discipline sportive: dal 4 al 6 marzo, il primo turno di Coppa Davis 2016 con il match tra Italia e Svizzera all'Adriatic Arena; il 5 e 6 marzo i campionati italiani assoluti Indoor 2016 al Palaindoor di Ancona; il 4 e 5 marzo, sempre ad Ancona, al Palaprometeo Estra, il Campionato italiano di ginnastica artistica e trampolino elastico.

“E' segno di una grande capacità organizzativa e impiantistica – commenta il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli – poter ospitare tre manifestazioni di questi livelli in contemporanea, che faranno parlare della nostra regione in ogni diretta televisiva trasmessa in Italia e nel mondo. Un ritorno importante per la nostra economia e per il turismo”.

Coppa Davis, a Pesaro suona l'orchestra sinfonica Rossini. Lorenzi apre contro Chiudinelli

Corrado Barazzutti ha scelto a sorpresa Lorenzi per aprire la sfida contro Chiudinelli alle 14 di domani: “Sta giocando bene, viene da ottimi risultati, quindi è la scelta più giusta”. 

tennisorchestrarossini


PESARO – L’ultimo successo dell’Italia sulla Svizzera è datato 1980. Ma nelle ultime tre sfide non si giocava al ritmo di Rossini. Per la prima volta un'orchestra sinfonica suonerà dal vivo gli inni nazionali per la Coppa Davis. “Non era mai successo prima: uno spettacolo unico e straordinario che renderà la manifestazione ancora più suggestiva – spiega l'amministratore delegato di MCA Events Ernesto De Filippis – Il connubio tra due eccellenze come la Musica e lo Sport, che trova la sua perfetta sintesi in una città come Pesaro”.

Basterà per caricare Seppi, Bolelli e Lorenzi? Corrado Barazzutti ha scelto a sorpresa Lorenzi per aprire la sfida contro Chiudinelli alle 14 di domani: “Sta giocando bene, viene da ottimi risultati, quindi è la scelta più giusta”. Poi sarà Seppi a scendere in campo con Laaksonen, in attesa del doppio di sabato affidato a Bolelli. La Coppa Davis è stata presentata al teatro Rossini. Senza Federer e Wawrinka, l’Italia è favorita: “Non dobbiamo sottovalutare l’avversario” ribadisce il ct che sta lavorando sulla concentrazione: “Il risultato è il traguardo. Gli svizzeri hanno una classifica inferiore alla nostra, ma sono certo che i miei giocatori non avranno pause”. Lorenzi è carico: “Spero di fare una bella partita, vengo da cinque settimane di terra rossa, quindi sono allenato. Giochiamo su un campo lento, questo mi darà una mano”. Le partite saranno in diretta su Supertennis, ma chi può non si perderà l’Adriatic Arena vestita di terra rossa.

@raffaelevitali 

32 volte Fermo Nuoto: record di medaglie. Brilla la stella Alessandroni

Ora per Alessandroni si aprono le porte dei campionati italiani dopo aver portato a 10 i suoi allori individuali e aver contribuito alla grande vittoria della 4x200 stile.

Fermo Nuoto


FERMO - Classe 1996 e tanto talento: Ettore Alessandroni ha stupito tutti durante i Campionati Regionali di nuoto, guidando la fermo nuoto ala conquista di 32 medaglie.

Alessandroni non ha avuto rivali sulla velocità. Quattro le vittorie: 50 e 100 delfino, 100, nuotato in 50’’16, e 200 stile libero. E come se non bastasse ha conquistato l’argento nei 200 farfalla dopo aver stabilito il nuovo record regionale sui 50. Con questo filotto, Alessandroni è arrivato a 10 ori in carriera. Con lui in vasca, oro anche per la staffetta sui 200 stile libero.

Ora per Alessandroni si aprono le porte dei campionati italiani dopo aver portato a 10 i suoi allori individuali e aver contribuito alla grande vittoria della 4x200 stile.

“Come amava ricordare il compianto commissario tecnico azzurro Castagnetti la forza di una squadra si misura nella staffetta 4x200 stile ed è stata proprio questa gara in cui la Fermo Nuoto ha stupito tutti, con l'apertura di Lorenzo Francucci in 1'53''91, suo personal best e prestazione utile per i prossimi campionati italiani di categoria; in seconda frazione è  arrivato l'ottimo crono di Morlacco in 1'55", mentre il terzo frazionista Matteo Vitellozzi ha mantenuto la posizione, lanciando Alessandroni nella sfida con Emanuel Turchi (Vela Nuoto Ancona) che nulla ha potuto nelle ultime bracciate con cui il fermano ha chiuso i conti, bloccando il cronometro a 7'36"44, addirittura a pochi centesimi dal primato regionale di categoria” sottolinea l’allenatore della Fermo Nuoto ricordando che Ettore Alessandroni si è anche  qualificato in ben cinque specialità per i Campionati italiani giovanili di Riccione.

Ma non c’è stata solo la performance dell’atleta ventenne a illuminare i campionati. Altre medaglie importanti sono arrivate da Lorenzo Francucci (juniores) con i suoi 4 ori e un bronzo di categoria, oltre a un bronzo assoluto nei 1500 stile libero; sette sono stati i podi per Matteo Vitellozzi (Cadetti) che ha preso due ori nei 200 rana e 200 misti, mentre Lorenzo Morlacco si è dovuto accontentare di due argenti nei 400 e 1500 stile libero dietro al compagno di squadra Francucci. I magnifici quattro sono tornati anche sul podio della staffetta 4x100 mista dove solo Ancona ha superato la Fermo Nuoto.

Un bronzo meritato lo ha preso Emanuele Pecorari (juniores) nei 400 misti, mentre Sara Amurri è salita tre volte sul podio della categoria ragazzi a rana e stile libero; Beatrice Donati ha poi chiuso il conteggio delle medaglie fermane nelle gare a farfalla. Bella è stata anche la staffetta femminile dove alle due atlete citate si sono aggiunte la giovanissima Claudia Mancini e l'esperta Federica Calì, tesserata all'ultimo momento proprio per completare il team femminile.

Videx, il sogno serie A passa per Ferrara: "Avversaria da non sottovalutare"

“Avversario da prendere con le molle perché – sottolinea Mattia Minnoni - quando si gioca contro la prima in classifica, poi, c'è sempre uno stimolo in più e per questo ci aspettiamo una squadra molto agguerrita”.

hendriks


GROTTAZZOLINA – Vincere a Ferrara varrebbe doppio. La M&G Videx Grottazzolina è in testa al campionato di serie B, con 5 punti di distacco sulle inseguitrici, Spoleto e Grosseto. Un po’ più indietro la Niagara 4 Torri Ferrara, quinta in classifica.

Panchina griffata per gli emiliani con Marco Martinelli, campione del mondo nel 1990 e rappresentante della generazione di fenomeni. “Avversario da prendere con le molle perché – sottolinea Mattia Minnoni - quando si gioca contro la prima in classifica, poi, c'è sempre uno stimolo in più e per questo ci aspettiamo una squadra molto agguerrita”.

Alle ore 18 diretta streaming su http://www.mgscuolapallavolo.it/live/ e via twitter.

Come corre Monte Urano: Mattia Mecozzi è campione italiano under 16 sui 200 metri

Lo stesso Mattia Mecozzi, atleta della Saf, ha poi realizzato un'ottima prestazione sui 60 metri piani conclusi con il tempo di 7”27.

mattia mecozzi


FERMO – Da Monte Urano all’Italia: 23”03 è il tempo con cui Mattia Mecozzi, velocista monturanese della Sport Atletica Fermo, ha fermato il cronometro. Un tempo che vale il nuovo primato nazionale Under 16 nei 200 metri indoor.

Cade così il record stabilito da Filippo Pecchioli cinque anni fa. Mecozzi inserisce il suo nome nell’albo d’oro dove un altro fermano, nel 1996, si era inserito: Simone Maré vinse con un 23”52.

Lo stesso Mattia Mecozzi ha poi realizzato un'ottima prestazione sui 60 metri piani conclusi con il tempo di 7”27. E' questo il miglior risultato ottenuto dalla SAF alla Coppa Giovani di atletica leggera svolta al Palaindoor di Ancona con più di mille atleti-gara. Mattia Mecozzi con Marè ha un altro punto in comune: è allenato dal tecnico Alberto Andruszkiewicz.

La Saf ha chiuso la sua giornata di gloria con il secondo e terzo posto per Pierpaolo Fiori e Matteo Masciangelo che nel salto con l'asta hanno superato l’asticella a 2 metri e 60 centimetri e 2 metri e 40.

r.vit.

Braccio caldo per Salgado e Vecchi, la Videx schiaccia l'Olimpia e resta prima

Per i grottesi neanche il tempo di festeggiare che si torna in palestra, in vista della trasferta a Ferrara contro una compagine in piena lotta play off. Il sogno promozione continua.

Salgado dal centro


GROTTAZZOLINA – La capolista non si ferma. Una grande Videx ha annientato Sant’Antioco in una sfida senza discussione, in cui gli uomini del tandem Ortenzi – Cruciani.

Certo, l’Olimpia non era l’avversario di cui impaurirsi, visto che è penultima in classifica, ma l’orgoglio mostrato nel terzo sete le rende merito. Però, quando la Videx trova un Salgado perfetto al centro e Riccardo Vecchi che martella, per gli avversari diventa difficile restare in partita.

Per i grottesi neanche il tempo di festeggiare che si torna in palestra, in vista della trasferta a Ferrara contro una compagine in piena lotta play off. Il sogno promozione continua.

M&G VIDEX GROTTAZZOLINA: Vecchi R. 13, Tomassetti 5, Hendriks 14, Paris 10, Salgado 8, Cecato 5, Gabbanelli (l). N.e.: Brandi, Girolami, Minnoni, Pison, Thiaw, Vecchi E. All. Ortenzi - Cruciani.

Come vola il giavellotto di Ilaria: nuovo record marchigiano per la sangiorgese Del Moro

Nei quattro lanci effettuati ha sempre superato il suo personale primato, facendo volare l’attrezzo oltre il muro dei 40 metri: 40,75 – 40,85 – 40,88 - 41,50 m. 41,50 m. 

Ilaria Del Moro


PORTO SAN GIORGIO – Ilaria Del Moro ha lanciato il giavellotto più lontano che poteva. L’atleta della Tam Porto San Giorgio-Osimo-Corridonnia ha stabilito il nuovo record delle Marche con un sontuoso 41,50 durante le gare di Lucca. Peccato solo che l’eccellente prestazione personale non sia bastata a garantirle un podio. Il quarto posto, però, diventa per la ventenne sangiorgese lo stimolo su cui lavorare.

Nei quattro lanci effettuati ha sempre superato il suo personale primato, facendo volare l’attrezzo oltre il muro dei 40 metri: 40,75 – 40,85 – 40,88 - 41,50 m. 41,50 m. 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.