06202018Mer
Last updateMar, 19 Giu 2018 4pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Iscriviti al nostro canale Youtube

Ciclismo, il Gran Premio di Capodarco passa dalla costa al muro Casartelli

Capodarco 1

La gara è stata presentata sulla terrazza della comunità guidata da don Vinicio Albanesi. 180 chilometri pianificati da Gaetano Gazzoli e Adriano Spinozzi, con i primi 50 che si correranno tra Lido di Fermo e P.S.  Giorgio.

FERMO – Prima la Cavalcata, poi la pedalata. Il 15 e 16 agosto a Fermo va in scena lo spettacolo. Nel giorno di Ferragosto cavalli e cavalieri si sfidano sulle curve che portano in piazza, lunedì è il giorno dei ciclisti pronti a sfidarsi nel 46° Gran Premio Capodarco Internazionale, gara ciclistica per dilettanti Under 23. La festa popolare in nome del ciclismo è partita ricordando due figure particolari come Fabio Casartelli e Michele Scarponi senza dimenticare Serenella Gazzoli, Luciano Gazzoli, Cristina Screpante, Michele Jacevicz, Michele Gismondi, Paolo Piazzini, Franco Ballerini.

La gara è stata presentata sulla terrazza della comunità guidata da don Vinicio Albanesi. 180 chilometri pianificati da Gaetano Gazzoli e Adriano Spinoziz, con i primi 50 che si correranno tra Lido di Fermo e P.S.  Giorgio dove sono posti i traguardi volanti. La gara poi transiterà più volte davanti al monumento dedicato a Fabio Casartelli e infine l’ascesa duplice del muro pronto a fare la differenza. Spinozzi ha presentato gli eventi per gli amatori, il 29 luglio e la mattina del 16 agosto quando questi ultimi saranno impegnati nel circuito del Grappolo D’Oro. Sono state anche presentate le maglie del 46° Gran Premio Capodarco quelle relative al podio (Rosa,Gialla e Arancione), Azzurra, Bianca e Ciclamino per il GPM, Primo Straniero e traguardi volanti.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.