05252017Gio
Last updateGio, 25 Mag 2017 5pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Un tie-break stellare manda in paradiso la Lube: domenica a Civitanova il match scudetto

lubeurlo

Trento va ko dopo una battaglia. Blengini: "Queste partite finiscono quando cade l'ultimo pallone".

TRENTO – Ne manca solo una. Due a zero per la Lube Voley che espugna Trento vincendo la secondao gara di finale. “Il quarto set ha rischiato di compromettere la gara ma la squadra è stata davvero bravissima. I ragazzi sono riusciti a mantenere i nervi saldi, con un grosso dispendio di energie nervose, poi il turno in battuta di Sokolov ha fatto il resto. Queste partite finiscono quando cade l’ultimo pallone e loro sono stati bravi a crederci e a rigiocare ogni palla mentre noi non siamo stati in grado di chiudere al quarto set. Siamo contenti del risultato ottenuto e adesso ci aspettiamo una Gara 3 molto difficile, sarà una dura battaglia” commenta il tecnico biancorosso Blengini.

Una vera battaglia, con set lunghissimi, basti dire che il primo è finito 31-33. Juantorena e compagni dimostrano di avere digerito la delusione europea, con il bronzo che è sembrato un brodino dopo l’amaro. I biancorossi hanno vinto al tie break dopo aver sciupato in maniera incredibile tre matchball nel quarto periodo. Poteva crollare mentalmente la Lube e invece, ecco la reazione e un quinto perfetto set chiuso sul 7-15. E ora si torna a Civitanova Marche, domenica alle 16.30 per la partita che tutti sognano essere la grande festa scudetto. “Trento ancora una volta ha dimostrato di essere una squadra che non molla mai ma gli abbiamo fatto capire che per vincere contro di noi devono giocare davvero al meglio delle loro possibilità” è la chiosa di Sokolov, decisivo al quinto con tre ace.

@raffaelevitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Loira ricorda il carabiniere Beni

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.