06202019Gio
Last updateMer, 19 Giu 2019 5pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

'Abbiamo fatto la storia della pallavolo italiana': Juantorena alza la Coppa campioni della Lube

lubechampion

Due tabù sfatati in pochissimi giorni, con la Lube che torna campione d’Europa, 17 anni dopo il trionfo di Masciarelli.

CIVITANOVA MARCHE – “Abbiamo fatto la storia della pallavolo italiana” tuona Osmany Juantorena. Sul tetto d’Europa, dopo essersi preso quello italiano: non svegliate la Lube Volley Civitanova. Come il miglior Rocky, i giocatori di Fefè De Giorgi incassano colpi che avrebbero mandato ko chiunque per poi riprendere a macinare e infine conquistare la vittoria. È accaduto in campionato contro Perugia, avviene oggi contro Kazan in Champions League. Due tabù sfatati in pochissimi giorni, con la Lube che torna campione d’Europa, 17 anni dopo il trionfo di Masciarelli. Merito di un gruppo che ha saputo far emergere l’immensa qualità del roster, merito di un allenatore che ha vinto tutto da giocatore e ama prendersi trofei anche da coach, merito dei 500 tifosi che son saliti sull’aereo e hanno raggiunto Berlino per colorare uno spicchio dell’immenso palasport.

“Questo risultato è frutto di tanto lavoro, ognuno ha messo un mattoncino per arrivare a queste emozioni, da giocatori a staff a società. Sono veramente contento” commenta a caldo De Giorgi guardando il tabellone fermo sul 3-1 per i civitanovesi, che avevano perso il primo set a 16. Ma da lì è stato un crescendo diventato dominio. La stagione 2018/2019 della Cucine Lube Civitanova diventa la migliore di sempre, dopo che un anno fa i biancorossi avevano perso tutte le finali.

“Ci è mancata per tantissimi anni questa coppa, lo scorso anno eravamo molto vicini. Siamo un bellissimo gruppo quest’anno, dopo la vittoria di tre giorni fa ci abbiamo iniziato a credere” commenta Stankovic. “All’inizio dell’estate abbiamo cercato questi giocatori perché era quello che volevamo, gente con gli attributi. Dimostrazione di forza ed ignoranza che l’abbiamo voluta proprio come crescita della squadra. È un qualcosa di straordinario, facciamo tanti sacrifici e queste serate ci ripagano alla grande dei mai di tanto lavoro. Voglio ringraziare perché si parla di Lube, che non sono solo i giocatori ma sono ance i 600 dipendenti che lavorano e che hanno portato l’azienda nei primi posti anche nei loro campi” conclude Fabio Giulianelli.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.