04252019Gio
Last updateGio, 25 Apr 2019 4pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

La giornata no di Fenati tra corsa in auto e battibecco con la Polizia: 'Ma ho chiesto scusa'

polizia stradale casello

E qui è nata la querelle, con il pilota che di fronte al verbale di 126 euro, una piccola somma, considerando le multe per eccesso di velocità, avrebbe a quel punto inveito contro gli agenti.

ASCOLI PICENO – Non c’è pace per Roano Fenati, il pilota ascolano di moto che da troppe settimane sta più sui giornali per fatti extra gare che per i successi che potrebbe, visto il talento, ottenere.

Questa volta un nuovo ‘nemico’ per Fenny, la Polizia. La vicenda è intricata, perché tutto è nato in A14, dove Fenati stava viaggiando a bordo della sua Audi. Il problema è che viaggiava ben oltre i limiti di velocità. Inseguito da una voltante per 7 chilometri, Fenato è stato fermato poco dopo Civitanova Marche.

E qui è nata la querelle, con il pilota che di fronte al verbale di 126 euro, una piccola somma, considerando le multe per eccesso di velocità, avrebbe a quel punto inveito contro gli agenti che nel loro verbale hanno parlato di atteggiamento aggressivo e frasi ingiuriose. La notizia è uscita sul Resto del Carlino e da lì si è scatenato il bailamme mediatico che fenati ha rinfocolato con un post su Facebook in cui prima prova a dare una spiegazione, stava andando a trovare il nonno in ospedale in gravi condizioni, poi passa a criticare l’operato delle forze dell’ordine: “La polizia mi ha fermato per eccesso di velocità ma non andavo ad una velocità folle. Sopra il codice sì, lo ammetto”. E fino a qui tutto normale.

“Ho chiesto di fare subito il verbale per ripartire ma il trattamento che mi è stato riservato, da uno dei due, perché ero Romano Fenati, è stato allucinante. Ho chiesto scusa per l'eccesso e ho cercato di defilarmi in fretta con un verbale da 80 euro ma sono rimasto invischiato in una discussione accesa e per me irreale. Come posso io difendermi - ha aggiunto - io che sono Romano Fenati e ogni volta che ne darò l'occasione sarà colta al volo e non sarò mai più difendibile?”.

Insomma, sarebbe stato trattato male, il problema è che dopo quanto successo in pista e in altre occasioni, l’immagine è ai minimi e oggi credere a Fenati piuttosto che alla Polizia diventa difficile anche per i suoi estimatori. Di certo, se la denuncia andrà avanti, un po’ di chiarezza la farà un giudice.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Ponte di Rubbianello: cinque anni di nulla dopo il crollo

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.