11222017Mer
Last updateMer, 22 Nov 2017 5pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

La grande occasione di Quinzi: si è qualificato per le Next Gen Finals. Sfida tra i migliori tennisti Under 21 del mondo

Non è arrivato per caso a queste finali Quinzi, perché di questa generazione di under 21 lui la stava dominando, era diventato il numero uno quando di anni ne aveva 18. Ora vuole riprendersi il posto, partendo dalla 294esima posizione Atp, sapendo che il futuro del tennis non è in discussione, anche se smetteranno Federer e Nadal.

quinzitira

Petritoli, spettacolo sule due ruote. Pezzani premia lo scatto di Asilani

Allo scollinamento transita per primo Asllani che poco dopo piazzava l’acuto vincente. Lasciava la compagnia di Brega e si involava verso il traguardo finale dove tra due ali di folla e a braccia alzate trionfava alla grande. La volata dei battuti premiava Vignato davanti a Antonelli, Giordano e Zampolini.

Podio Petritoli

Olivieri, 17enne sangiorgese, senza rivali: record italiano nel martello

Olivieri2

* Nessuno mai come Giorgio Olivieri. A pochi giorni dal primato nazionale di 76,53 m, sulla stessa pedana di San Benedetto del Tronto, il quasi diciassettenne martellista sangiorgese, da tre anni consecutivi campione italiano della specialità, si è ripetuto e ha ritoccato nuovamente il record italiano allievi. L’attrezzo da 5 Kg, che in mano sembra una piuma, è volato a 77,53 m, al termine di una serie di lanci tutti sopra i 70 metri: 73,59-74,72-72,18-75,05-76,60 (già nuovo primato nazionale) e infine 77,53 m.

La prestazione di Olivieri, allievo di Alfio Petrelli e seguito anche dal padre Luigi, ex lanciatore, ha nobilitato le finali nazionali di società di serie B under 18, in cui la TAM Porto San Giorgio-Osimo-Corridonia, reduce dalle finali assolute di Ravenna, ha centrato il quarto posto.

Insieme a Olivieri, autore anche del terzo posto e del suo primato personale nel lancio del peso con 16,18 m, per il Team Atletica Marche è stato determinante Ionut Manolache con una doppietta salto in lungo-salto con l’asta: nel lungo si è migliorato a 6,47 m, nell’asta ha scavalcato l’asticella a 3,40 m. Michele Diletti è arrivato primo al traguardo dei 400 m in 52”32; il velocista Francesco Zallocco ha dato il suo contributo con il terzo posto nei 200 m, 23’’33, vicino ai suoi limiti, nei 100 m, 11’’54 e nella staffetta 4x100 m, corsa insieme a Diletti, Manolache e a Giuseppe Baldinelli.

*Tam Porto San Giorgio

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.