Aspettando Bricofer, l'Ascoli Picchio incassa 7,5 milioni dalla Juve e saluta Favilli

belliniascoli

A comunicarlo la società torinese: “Abbiamo perfezionato l'accordo con la società Ascoli Picchio per l'acquisizione a titolo definitivo del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Andrea Favilli".

ASCOLI PICENO – In attesa di conoscere la decisione finale del patron Bellini sulla cessione dell’Ascoli Picchio alla Bricofer, c’è stata la stretta di mano ma tante sono le carte ancora da compilare e firmare, tanto che Bellini ha dichiarato oggi pomeriggio "che serve tempo", una certezza c’è: Andrea Favilli è ufficialmente un giocatore della Juventus.

Dopo due anni in bianconero, l’ex prodotto della primavera della Juve torna a casa e l’Ascoli incassa 7,5 milioni di euro. A comunicarlo la società torinese: “Abbiamo perfezionato l'accordo con la società Ascoli Picchio per l'acquisizione a titolo definitivo del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Andrea Favilli a fronte di un corrispettivo di € 7,5 milioni pagabili in due esercizi. Il valore di acquisto potrà incrementarsi di massimi € 1,25 milioni al maturare di determinate condizioni entro il 30 giugno 2021. Gli effetti economici e patrimoniali di tale acquisizione avranno effetto a decorrere dalla stagione sportiva 2018/2019. Juventus ha sottoscritto con lo stesso calciatore un contratto di prestazione sportiva quinquennale fino al 30 giugno 2023". Insomma, la Juve crede in Favilli e nel suo pieno recupero fisico dopo che un infortunio gli ha fatto saltare la parte cruciale della stagione. E nonostante ciò, il mister Cosmi è riuscito nel miracolo di salvare la squadra mantenendo la serie B. ora le trattative societari con la piazza, sempre molto calda, di Ascoli pronta a esultare per la cessione, visto l’amore mai sbocciato con l’italo canadese che ha saputo invece riportare l’Ascoli nella seconda serie del calcio italiano.