06232018Sab
Last updateSab, 23 Giu 2018 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Iscriviti al nostro canale Youtube

Una papera fa volare i canarini: la Fermana rimonta e ferma la Reggiana

astori

I canarini diventano falchi e aggrediscono ogni pallone.

FERMO – La Fermana ha sette vite. Crolla nel primo tempo, punita oltre ogni demerito da un micidiale uno-due della Reggiana. Ma non deve stupire, perché i due gol emiliani sono frutto della classe di due uomini, Riverola e Cattaneo, capaci di dribblare e segnare non dando scampo a Valentini. Ma poi qualcosa cambia. A cominciare dall’11 in campo che Flavio Destro ridisegna, trovando il coraggio, e la lucidità, per schierare la seconda punta.

I canarini diventano falchi e aggrediscono ogni pallone. Così facendo, cala la serenità dei giocatori della reggiana, candidati a salire in B, e a risentirne è il portiere che si impappina su un tiro senza ambizioni di Petrucci. Lo prende, poi lo lascia e alla fine lo guarda entrare in rete, un clamoroso autogol, una grande papera nel regno dei canarini. La Fermana ora ci crede e se serve la zampata del campione, Lupoli non si tira indietro. Due a due, palla al centro e quasi Misin, espulso ingenuamente nel finale, portano a casa i tre punti.

Una bella sfida, con qualche discussione di troppo sugli spalti, strisiconi tolti prima di essere esposti e i giocatori ospiti che lamentano malauguri non ripetibili. E giocando davanti a 1120 spettatori, ogni voce diventa un urlo. Il punto dà serenità a Destro e permette ai suoi di lavorare meglio in vista del Pordenone. La Fermana c’è e non teme le prime della classe. In vista della volata finale è un ottimo segnale. 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.