07202018Ven
Last updateVen, 20 Lug 2018 3pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Super rimonta Fermana: Lupoli si alza in volo, rovescia e segna il gol che tutti sognano

destroesulta

Il primo gol che dà il via alla rimonta arriva dopo 3’ con Petrucci, di testa a due metri dalla linea di porta. È la svolta, la Fermana comincia a crederci, il Teramo arretra, comincia ad aver paura e a pensare alle ultime tre pessime partite.

 

di Raffaele Vitali

FERMO – Compratevi il dvd, cercate su youtube, chiedete a chi c’era, ma il 33esimo minuto del secondo tempo è qualcosa che a Fermo non dimenticheranno tanto presto. Cross di Cognigni a centro area dove c’è Lupoli che si mette spalle alla porta e si alza in volo. Parte nella sua testa la sigla di Holly e Benji e ci prova: rovesciata perfetta e palla in rete: 4-2. Eh sì, quattro a due. Possibile? Certo, bastava semplicemente che la Fermana decidesse di giocare a calcio, di prendere il controllo del campo e di non lasciare a Ilari di fare quello che vuole in mezzo. È bastato l’inserimento di Lupoli, per uno spento Grieco, per ridare fiducia ai gialloblù, che nel primo tempo, finito immeritatamente sotto di due reti, una su rigore il minuto dopo l’infortunio di capitan Comotto, erano stati sorretti solo da Urbinati e Cremona.

Il primo gol che dà il via alla rimonta arriva dopo 3’ con Petrucci, di testa a due metri dalla linea di porta. È la svolta, la Fermana comincia a crederci, il Teramo arretra, comincia ad aver paura e a pensare alle ultime tre pessime partite. E infatti, ecco che al 16’ Petrucci, ancora lui, scocca un tiro dal lato e infila Bifulco che non può che raccogliere il pallone da in fondo alla rete.

Una squadra normale si accontenterebbe, ma non la Fermana di carnevale, che dopo aver fatto lo scherzetto al Teramo, l’illusione del trionfo, decide di punirlo e di prendersi i coriandoli in borsa per tirarli in mezzo al campo. Destro ci crede, ha ritrovato la grinta in panchina, urla, entra in campo per incitare i suoi e al 27’ esplode di gioia. Lui, sempre pacato e freddo, si scalda nonostante il vento gelido. Lo devono fermare in tre per impedirgli di arrivare in mezzo al campo, ma il tiro di Da Silva da centro area vale l’incredibile 3-2 al 27’ della ripresa. Premio all’audacia, pochi minuti prima aveva inserito Cognigni, abile nei contrasti, per uno stanchissimo Cremona che come biglietto di uscita regala al suo mister cinquanta metri di corsa per chiudere su panico lanciato verso Valentini. Il resto è poesia, è una rovesciata che in pochi sono in grado di tentare e in pochissimi di trasformare in gol.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.