07222018Dom
Last updateDom, 22 Lug 2018 12pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Il Renate travolto dalla transiberiana Petrucci: la Fermana torna a volare

fermananevischio

Un vantaggio che stronca le velleità del Renata, che stava cercando di passare in vantaggio, senza mai tirare in porta. perché guardando la partita, tolta una parata di piedi di Valentini, ottimo il suo rientro, e il gol.

FERMO – A volte succede che una squadra che ha subito otto gol in 17 partite poi, improvvisamente, ne prenda tre in un colpo solo. Sono quelli che la Fermana, tra vento gelido e nevischio, ha rifilato al Renate, che vede allontanarsi la vetta. A volte succede se incontri Andrea Petrucci,  la transiberiana di Fermo,e di lui ti ricordi solo il numero 7 che tiene sulle spalle, perché resti sempre un metro indietro. Non segna l’ala, ma tolto l’uno a zero frutto di una splendida semirovesciata di Misin nel primo tempo, i gol di Lupoli, 2-1, e Sansovini, 3-1, sono merito dell’ascolano. Scatenato sulla fascia, approfitta del vento a favore che congela i tifosi ma dà forza i lanci dei difensori canarini. Accade così che da una palla senza ambizione Petrucci, dopo averla stoppata a metà campo, si involi verso Di Gregorio per poi, con lucidità, alzare la testa e metterla in mezzo per Lupoli che deve solo segnare di piatto.

Un vantaggio che stronca le velleità del Renata, che stava cercando di passare in vantaggio, senza mai tirare in porta. perché guardando la partita, tolta una parata di piedi di Valentini, ottimo il suo rientro, e il gol. Il Renate ha prodotto pochi pericoli. Il 2-1 poteva bastare, ma Petrucci al 29’ riprende la corsa sulla fascia, rientra, dribbla due difensori e con il portiere davanti ai piedi tocca sotto il pallone che sta per entrare in porta quado come un falco si avventa Sansovini. 3 a 1 e panchina che esplode. Tutti ad abbracciare Petrucci, Destro in primis, che non può contenere per una volta la gioia per una vittoria sperata, preparata a puntino e meritata. Che poteva diventare anche più larga se Di Gregorio non si fosse immolato su un colpo di testa di Cremona, entrato per un infaticabile Lupoli. La Fermana torna in zona play e soprattutto vede allontanarsi, sei punti, le posizioni scomode.

Raffaele Vitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.