12112017Lun
Last updateLun, 11 Dic 2017 5pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Il re leone Aruta, star di Uomini e Donne, torna a ruggire: "Voglio fare tanti gol con la Torrese"

sossio aruta alimenti

L'ex bomber: "Sono orgoglioso di essere l'unico calciatore in attività a 46 anni. Ho ancora voglia di rincorrere un pallone e di dare il mio contributo al gruppo".

Ha provato a fare l’allenatore, ma la voglia di fare gol è troppo forte per l'ex stella dell'Ascoli. E così, dal trono senior di Uomini e Donne, in arte chi ci si siede viene chiamato cavaliere, alla Torrese calcio, squadra di prima categoria campana. “È il nostro regalo ai tifosi per Natale” commenta la società.

Aruta, originario di Castellammare di Stabia, nel mondo del calcio è noto come il ‘re leone’ e vanta una lunga carriera tra Serie B e lega Pro. Ora a 47 anni, li compie il 19 dicembre, Aruta torna in campo con un obiettivo: “Arrivo a 400 gol e poi smetto, vorrei vincere il mio ultimo campionato in questa lunga carriera calcistica. Sono orgoglioso di essere l'unico calciatore in attività a 46 anni. Ho ancora voglia di rincorrere un pallone e di dare il mio contributo al gruppo".

Ogni gol una dedica, non per le dame che cercano di conquistarlo dal 2015, ma magari per i due figli. Protagonista assoluto di Uomini e Donne, le sue puntate sono quelle che fanno salire l’audience, è stato anche uno dei giocatori di Campioni, il sogno, la trasmissione del 2005 di Mediaset, che aveva Daniele Bossari come conduttore prima dell’arrivo di Carolina Morace.  In carriera, Aruta ha vestito fra le altre le maglie di Benevento, Foggia, Frosinone, Pescara, Fermana nel 1998, Taranto, Ascoli e Cosenza.

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Fede, giovani e integrazione: i primi pensieri fermani di monsignor Pennacchio

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.