11172017Ven
Last updateVen, 17 Nov 2017 4pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

La strana coppia. Lupoli si racconta, Cremona ascolta e rilancia: "Chi gioca non conta, deve vincere la Fermana"

creomna lupoli

L'ex Arsenal: "Ho scelto la Fermana perché il direttore sportivo mi ha fatto sentire la voglia di avermi in squadra perché serviva un po’ di esperienza. E quindi ho scelto la Fermana perché mi voleva, ho sentito la fiducia”.

di Raffaele Vitali

FERMO – La strana coppia entra in sala stampa. Uno è l’eroe della mezz’ora del derby, l’altro è il giocatore che a Fermo si guardava giocare in tv e che ora si spera diventi l’arma letale. Luca Cremona e Arturo Lupoli si siedono uno a fianco all’altro dietro la scrivania in attesa di entrare insieme in campo contro un avversario.

Lupoli arriva a Fermo dopo un anno al Sudtirol, prossima avversaria della Fermana, in cui non ha fatto gol. “Ero arrivato con grandi aspettative dopo sei mesi fuori lista a Pisa. Mi volevano tre-quattro squadre. Ho scelto dove avrei giocato. Sono arrivato al Sudtirol con la promessa di stare in campo e poi invece solo in una sono stato titolare. Quando non si gioca è difficile prendersi responsabilità. Fisicamente stavo bene”.

Nessun problema fisico, quindi, ma scelta tecnica. Poi l’estate e l’attesa della squadra: “Sono in forma. Da 20 giorni non gioco partite, ma sono pronto, sono carico. Ho scelto la Fermana perché il direttore sportivo mi ha fatto sentire la voglia di avermi in squadra perché serviva un po’ di esperienza. E quindi ho scelto la Fermana perché mi voleva, ho sentito la fiducia”.

Esperienza è la parola chiave. Cremona lo osserva, ascolta e aggiunge con il suo sorriso che nulla nasconde. Non teme per il suo posto il bomber del derby. E non perché si senta più forte: “Ben lieti di ricevere Sansovini e Lupoli. Parliamo di una forza in più. Si è alzata la qualità del lavoro, stare a fianco a loro è anche provare a rubargli qualcosa. La loro esperienza dentro il nostro spogliatoio non c’è. Mentre dentro il nostro spogliatoio c’è il gruppo e loro lo hanno già capito. Siamo una grande famiglia chi arriva è un fratello nostro. Daremo tutti uno per l’altro”.

Annuisce Lupoli, sembra che stiano in stanza insieme da mesi. Cremona gol, Lupoli preoccupato? “Se giochiamo così bene, significa che siamo proiettati a qualcosa di importante. Ma ogni settimana ci sarà una gara diversa, c’è bisogno di tutti. Bisogna farsi trovare pronti. Alla lunga c’è bisogno di energia”.

Se non teme la panchina Lupoli, figuriamoci Cremona, che ha superato momenti difficili e momenti di gloria con lo stesso approccio: “Quando arrivi qua, pensi solo alla fermana. Se questo è il pensiero comune è poi più semplice dare il 100%. A volte la differenza la fa lo spogliatoio, la parola detta quando serve. A livello statistico questo non esce, ma se arrivo all’obiettivo finale che è quello della squadra, allora grazie a chi ha preso Lupoli e Sansovini”. Il Cremona pensiero è un spot per il team building, ma poi l’attaccante vive di gol. E Lupoli lo 0 non lo vuole più vedere: “Mi mancano i gol, mi manca il sentirmi giocatore. Un anno con una gara da titolare è una cosa che non auguro a nessuno. Potevo rimanere a Sudtirol, magari prendendo qualche soldo in più. E invece ho traslocato con la mia famiglia, con i bambini. Cambiato scuola e casa. Si riparte perché voglio dimostrare a me stesso e a chi ha parlato di me come di uno con la pancia piena e che ero finito, che invece posso dare ancora. E farlo a Fermo”.

Intanto il gol lo ha fatto Cremona. O autorete come dicono alcuni? “Gol mio, non scherziamo” sottolinea ridendo il bomber. Che poi aggiunge: “Lo ha detto anche Lupoli. E pure Sansovini. E se lo dicono loro, è gol. Ora ho una voglia di fargliene un altro alla Samb. Se non ci fermavano non so come finiva, eravamo carichi. C’è rammarico, ma anche carica”. Quella che varrà messa in campo prima con il Sudtirol e poi nel recupero del derby che ripartirà, salvo ulteriori colpi di scena dal 32’ del primo tempo.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.