09232017Sab
Last updateSab, 23 Set 2017 1pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Il Giudice sportivo non si pronuncia, si va verso la ripresa dal 31'. Conti: "Tutte le carte sul tavolo, aspettiamo la relazione dei pompieri"

contidg

Non previsto per il Recchioni un generatore di emergenza, “perché l’impianto della Fermana, realizzato negli anni ’90, non può essere dotato di un generatore di emergenza.

di Raffaele Vitali

FERMO – Tutti ad attendere il comunicato della Lega Pro numero 14. E tutti a leggere: nulla su Fermana – Samb, se non fosse per la multa da 1500 euro presa dalla società rossoblù per i fumogeni tirati in campo dai tifosi e per l’asterico che parla di gara sospesa. Quindi? Salvo colpi di scena ulteriori si rigiocherà partendo dal 32’ del primo tempo chiuso sull’1-0 per i canarini. Ma l’iter è in corso, come spiega il direttore generale Fabio Massimo Conti. L'aspetto positivo è che ha omologato il risultato attuale e che la Samb non ha presentato ricorso.

La Fermana intanto ha depositato tutte le carte a disposizione

.  “Il martedì prima della gara la questura ha tenuto accesi i riflettori, e quindi il generatore, per quattro ore per provare il sistema di videosorveglianza, nessun problema; due giorni dopo la manutenzione ordinaria e straordinaria. Il primo settembre il deposito delle carte del lavoro. Poi la partita. Nessun segnale prima del 31’, a parte un po’ di fumo quando ha fatto gol Cremona”.

Il Dg Conti ha avuto uno scambio di telefonate con il direttore generale della Samb, Andrea Gianni: “Ha preso informazioni sulla documentazione che abbiamo depositato in lega, sia all’atto di iscrizione, sia quella dopo il controllo della Commissione e anche loro hanno constatato la completezza dei documenti necessari”. Da qui la mancanza di ricorso da parte della società rossoblù. Il generatore non è stato ripristinato, perché prima si attende la decisione del giudice sportivo, poi si valuterà la strada civilistica in base alle perizie “fosse anche solo per capire chi rimetterà a posto il generatore”. Non previsto per il Recchioni un generatore di emergenza, “perché l’impianto della Fermana, realizzato negli anni ’90, non può essere dotato di un generatore di emergenza. Ma questo non è un problema come ha dimostrato l‘omologazione” prosegue Conti.

Si attende il verbale dei vigili del fuoco. “La speranza, per l’aspetto sportivo, è che si riprenda dal minuto in cui si è sospesa la partita. Noi stavamo dando una ‘lezione di calcio’. Poi magari perdevamo pure, ma fino a quel momento ci stavamo facendo valere”. Se la partita riprenderà, varrà il biglietto già usato, ma se qualcuno lo ha buttato, dovrà ricomprarlo. Sui problemi organizzativi ala biglietteria, Conti non si tira indietro: “Avere 3283 persone alla prima partita senza una gara di riscaldamento ci ha messo un po’ in difficoltà. Il 75% dei biglietti venduti dai canarini sono stati acquistati entro le 18 di domenica, con code moderate. Oggi fare un biglietto richiede tempo”. La biglietteria resterà nell’angusta stanzetta: “È l’unica soluzione trovata con il comune vicino allo stadio. Cercheremo un altro immobile per quanto riguarda gli accrediti, in modo da dividere le due potenziali code”.  

@raffaelevitali 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.