12182017Lun
Last updateLun, 18 Dic 2017 8am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Ascoli inzia l'era Maresca. Bellini: "Se non vi sta bene vado via". Stipendi da tagliare a Giorgi e Cacia

caciabomber

Il patron bianconero: "Sono finiti i primi tre anni in cui dal fallimento siamo tornati in serie B, ora inizia un nuovo ciclo e vogliamo contare sui giovani, sul gruppo della serie C poiché mi sono stufato di vedere giocare persone che non ne avevano voglia".

ASCOLI PICENO – “Sarri e Sousa i miei maestri”. Dal campo alla panchina senza passare dal via. Inizia l’avventura di Enzo Maresca, ex centrocampista di Juve, Siviglia e Nazionale. Un lottatore, un Gattuso con i piedi buoni,  al posto di Alfredo Aglietti come allenatore dell’Ascoli Picchio. Al suo fianco Fiorin, ex stratega di Pippo Inzaghi al Milan e vice di Sannino a Salerno. Maresca è in attesa del pass UefaPro. "Ho visto come giocava la squadra e ho fatto l'identikit del nuovo tecnico - dice il patron Francesco Bellini spiegando la scelta del nuovo staff - Sono finiti i primi tre anni in cui dal fallimento siamo tornati in serie B, ora inizia un nuovo ciclo e vogliamo contare sui giovani, sul gruppo della serie C poiché mi sono stufato di vedere giocare persone che non ne avevano voglia".

Non ha fatto impazzire i tifosi la scelta di Maresca, ma il giocatore saprà con il suo piglio conquistare l’esigente piazza bianconera. Per entrambi, allenatore e vice, contratto per una stagione. “Sono con voi, ma se questo non sta bene sono pronto ad andare via. Io sto facendo il meglio che si possa fare” ha tuonato Bellini. Che ha poi dedicato un passaggio ai tre senatori della squadra: Giorgi, Bianchi e Cacia. "Costano un terzo del budget -dice Bellini- chiedo di contribuire con il 25%. Il problema è che al momento non abbiamo lo stadio visti i lavori della tribuna est (in ricostruzione) che devono finire e la mancanza di copertura della tribuna ovest". Facile immaginare che Cacia andrà via, visto che l’Ascoli sta trattando Ganz.

Maresca è carico: “Da 4-5 anni pensavo di allenare e già scrivevo allenamenti. Ho smesso a gennaio e in questi mesi ho seguito Sarri e Sousa oltre al Nizza e al Siviglia". “Sono contento – aggiunge Fiorin - della collaborazione con Maresca. Siamo convinti che riusciremo a fare le cose per bene e cercheremo di mostrare un calcio più propositivo”.

@raffaeleviatli

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Fede, giovani e integrazione: i primi pensieri fermani di monsignor Pennacchio

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.