05252017Gio
Last updateGio, 25 Mag 2017 5pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

La Fermana si allena sotto la neve. Destro: "Noi i migliori? Per sacrificio e voglia di lottare"

fermananeveallenamento
allenamentoneve

Domenica arriva il San Nicolò, seconda in classifica: “Si gioca contro una squadra tra le migliori del girone in assoluto, una squadra che negli ultimi anni è sempre stata nelle posizioni alte della classifica".

FERMO – Non saranno tutti Rocky Balboa, ma vedere i giocatori della Fermana correre sopra il campo innevato di Capodarco dà il senso di un gruppo che il primo posto guadagnato al termine del girone di andata non ha alcuna intenzioen di mollarlo.

“Meglio essere primi che secondi nella vita" commenta il mister Flavio Destro. L’uomo di ferro, quello che non si lascia andare a emozioni e compiacimenti anticipati, è concentrato su quanto c’è ancora da fare. Ed è tanto. “Il primato non condiziona di una virgola quello che è il nostro atteggiamento. Quando fai bene è normale avere tutti gli occhi addosso, tutte le squadre vorrebbero essere al nostro posto: adesso dobbiamo vedere se siamo bravi a reggere questa situazione”. E per farlo intanto ci si allena sotto la neve.

“Sia chiaro – prosegue Destro - noi non ci sentiamo i migliori, né i più bravi di tutti. Siamo una squadra che lotta che fa del sacrificio e del temperamento la sua forza. Il resto non conta. Io non devo fare voli di fantasia; devo pensare, come ho sempre fatto, a fare crescere questi ragazzi, a farli allenare bene e a far affrontare loro ogni partita al massimo”.

Domenica arriva il San Nicolò, seconda in classifica: “Si gioca contro una squadra tra le migliori del girone in assoluto, una squadra che negli ultimi anni è sempre stata nelle posizioni alte della classifica, che ha un ottimo gioco e un ottimo allenatore. Una partita importante, ma noi non dobbiamo farci condizionare dalla pressione che c’è intorno”.

Il gruppo è solido, la forma in crescita: “Fisicamente stiamo abbastanza bene, dal punto di vista mentale, che è ancora più importante, dobbiamo essere pronti a resettare subito tutto e ripartire da zero. L’arrivo di Valdes, ragazzo di cui conosco il valore di giocatore e di uomo, è stato un innesto positivo. Anche l’infermeria si sta svuotando. Gli infortunati sono tornati in gruppo, mentre ci vorrà ancora del tempo prima di rivedere insieme agli altri Sene e Mandorino, che stanno comunque pienamente rispettando i tempi del loro recupero ed hanno ricominciato oggi a correre”.

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Loira ricorda il carabiniere Beni

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.