06232017Ven
Last updateVen, 23 Giu 2017 5am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Prima non per caso, la Fermana guarda avanti. Conti: "Le favorite sono altre, ma noi siamo pronti"

fermanaallenamento

Gennaio dirà quanto le feste hanno fatto bene ai canarini: “Sarà un mese difficile e dovremo subito avere una concentrazione altissima. Mancherà una squadra, il Chieti e quindi ci sono tre punti in meno in palio".

FERMO – Quando parli con sotto gli occhi la classifica che mette la tua squadra al primo posto, tutto diventa più semplice. Si è chiuso al meglio il 2016 di Fabio Massimo Conti, direttore generale della Fermana. Che è però conscio di come si a lungo e complicato il campionato da affrontare nell’anno nuovo. “Mi aspettavo un ottimo girone di andata, ma non il primato perché i favori della vigilia erano tutti per la corazzata Matelica, che a livello di nomi aveva costruito un organico nettamente superiore agli altri”.

Ma i nomi non sempre bastano, le squadra bisogna saperle costruire e Conti era convinto di avere allestito un ottimo gruppo assieme al tecnico Flavio Destro: “Il nostro avversario più temibile siamo proprio noi stessi. Se ci culliamo sugli allori non andremo da nessuna parte. Dobbiamo ripartire da zero con la stessa mentalità del ritiro estivo”. Il primo posto è reale, ma il Matelica continua a fare paura, anche se discontinuo per non dire in crisi: “Le squadre costruite per vincere sono altre, ma noi sicuramente non ci tireremo indietro. Le nostre gare saranno ancora più complicate perché gli avversari ci affronteranno con un piglio e una attenzione differente”.

Gennaio dirà quanto le feste hanno fatto bene ai canarini: “Sarà un mese difficile e dovremo subito avere una concentrazione altissima. Mancherà una squadra, il Chieti e quindi ci sono tre punti in meno in palio. Ci sono cinque squadre in pochissimi punti, ed oltre a ciò avranno ovviamente grande importanza gli scontri diretti e i tanti derby sempre ricchi di insidie”.

Guardando a chi insegue, Conti prova a stilare un bilancio: “In molte si sono rinforzate, a cominciare dal Matelica. Acquisti importanti per Pineto, Recanatese e Castelfidardo”. A sorprendere il Dg sono state Agnonese e Sammaurese, a deludere il San Marino. Ultima battuta sul non mercato della Fermana: “Mi dispiace tantissimo per quei ragazzi che per scelte personali hanno lasciato il nostro gruppo. La nostra vera forza, come dice spesso anche il Mister, è proprio la nostra grande unione. Anche solo ipotizzare la partenza di giocatori importanti come Molinari o Margarita sarebbe stato impensabile”.

@raffaelevitali 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Loira ricorda il carabiniere Beni

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.