03292017Mer
Last updateMer, 29 Mar 2017 2pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Fermana prima in classifica, la grinta di Comotto per attirare spettatori

Marco Comotto

"E’ ancora troppo presto per qualsiasi tipo di analisi”. Magari qualche certezza in più arriverà dopo la prima di campionato con il San Nicolò, seconda forza del campionato.

FERMO – I tifosi volevano una squadra competitiva e sotto l’abero hanno trovato una Fermana prima in classifica. Ma alla città cosa serve per tornare a riempire lo stadio? La dirigenza se lo sta chiedendo, perché è difficile costruire una squadra da LegaPro quando gli spettatori non crescono e restano costanti, grazie a chi di Fermana vive davvero, in una fascia tra i 500 e gli 800. L’anno nuovo si spera che porti un cambiamento e allora sì che i fratelli Simoni investiranno, assieme agli sponsor, non fermandosi al ritorno dell’ala Valdes.

Intanto, ci sono le certezze e una si chiama Comotto. Il capitano è il giocatore più usato e anche quello dal rendimento più costante. “Le prime cinque formazioni della graduatoria stanno marciando spedite e un folto gruppo subito al seguito. Il girone di ritorno quest’anno sarà ancora più duro del solito perché i punti man mano che si va avanti inizieranno a pesare sempre di più e anche quelle compagini che si debbono salvare venderanno ancora più cara la pelle. E’ ancora troppo presto per qualsiasi tipo di analisi”. Magari qualche certezza in più arriverà dopo la prima di campionato con il San Nicolò, seconda forza del campionato.

“Il nostro primato va preso nel modo giusto. Grazie agli insegnamenti di mister Destro e alle lezioni apprese lungo il cammino abbiamo trovato la nostra strada da seguire. Su quel percorso proseguiremo anche alla ripresa, quando dovremo ritrovare subito intensità e concentrazione”.

Impegno e determinazione restano le linee guida: “Ci aiutiamo tantissimo e siamo molto uniti: in questo è stata determinante l’impronta che ci ha dato Destro. Dopo le battute d’arresto che abbiamo avuto la squadra è maturata, ha capito quali sono i suoi pregi e i suoi difetti, ha trovato la sua dimensione. Nel male ci hanno aiutato a crescere”.

Le ultime parole sono per i tifosi: “La promessa che posso fare ai tifosi è quella di continuare come abbiamo fatto fino a oggi. Ogni partita abbiamo dato sempre tutto, anche quando il risultato non ci ha premiato. Umiltà, lavoro e sacrificio: ogni gara l’abbiamo presa e la prenderemo come una battaglia, dando sempre il massimo, pur nel pieno rispetto di ogni avversario”.

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terrenzi bis: "Il centro come priorità"

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.