11232017Gio
Last updateGio, 23 Nov 2017 4pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Arbitro di calcio di Fermo picchiato in campo. Nicchi, Aia: "Voglio sanzioni severissime"

arbitro generico

Il presidente nazionale degli arbitri: "Ieri nelle Marche, un arbitro, un ragazzo di 18 anni, è stato massacrato di botte. Così il calcio non può andare avanti. Chi deve intervenire intervenga".

FERMO – Come ogni settimana ha preso la sua macchina e si è messo in movimento, direzione campo da calcio. Non per parare o segnare, ma per permettere a due squadre di giocare. Lui è l’arbitro, uno dei tanti che ogni fine settimana per pochi spiccioli e tanta passione indossa la sua divisa, ormai non più nera, e corre. Da solo. Fa rispettare il regolamento, prende decisioni, non sempre condivise. Come quella che domenica ha scatenato l’ira, la violenza, in mezzo al campo a Collemarino. La sua colpa? Avere convalidato un gol alla squadra avversaria, il Leonessa Montoro.

È a quel punto che uno degli episodi più vergognosi è andato in scena con l’arbitro colpito e fatto cadere a terra. Sono intervenuti i carabi eri, poi il personale medico con l’arbitro, il fermano Nazeraj Eriseld, finito all’ospedale. La notizia è rimbalzata nell’etere ed è arriva a Marcello Nicchi, il presidente dell’Associazione italiana arbitri. “Non ci siamo. La violenza nel mondo del calcio dilettantistico è intollerabile. La federazione applichi sanzioni severissime. Ieri nelle Marche, un arbitro, un ragazzo di 18 anni, è stato massacrato di botte. Così il calcio non può andare avanti. Chi deve intervenire intervenga, perché in caso contrario cercheremo altre soluzioni”.

Che non sono poi tante. Gli arbitri hanno una sola forza: sono indispensabili. Fino a oggi mai si è pensato a uno sciopero, ma la cultura sportiva cala ogni giorno, spingendo esagitati a urlare e insultare da bordo campo. Poi capita che a perdere la testa siano i giocatori stessi e accade l’irreparabile. Il presidente della Figc Cellini ha promesso sanzioni pesanti. Si vedrà, ma il mondo del calcio ha bisogno di un segnale forte.

Raffaele Vitali 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.