11232017Gio
Last updateGio, 23 Nov 2017 4pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Una Pera avvelenata per la Fermana a Matelica. il bomber e Degano affondano i canarini

destrotestabassa

I gialloblù sono stabili al quinto posto, a quattro punti dalla vetta. Posizione giusta, come giusta la sconfitta, seppur severa nel punteggio, ma quando prendi un gol su punizione e uno su rigore, c’è poco da dire se non che la possibilità di riscatto è già servita domenica al Recchioni.

FERMO - Tre centrali, niente Molinari, Omiccioli in panca. La Fermana è partita per Matelica per pareggiare e invece torna con tre gol incassati e zero segnati. Se doveva essere la prova del nove, la squadra di Destro l’ha fallita. Ma è anche comprensibile dopo una serie positiva di gare ravvicinate e affrontando la corazzata del girone ferita dalla sconfitta con l’Agnonese.

Il piano partita di Destro è saltato dopo 4’, quando Degano, il grande ex, ha ricordato ai tifosi canarini perché il suo piede è più dritto degli altri. Punizione perfetta e vantaggio: un messaggio alla società gialloblù che potrebbe riprenderlo nel mercato di fine anno al posto, o al fianco, di quel Margarita che sta fallendo l’appuntamento con la gloria ogni volta che entra in campo. Per il resto, la Fermana ha prodotto poco e dopo aver dato a Pera la possibilità di confermarsi capocannoniere, pensa già al Pineto del sangiorgese Amaolo. Che viaggia sui bassifondi, ma potrebbe anche provare a dare un segnale di risveglio al nuovo allenatore.

I gialloblù sono stabili al quinto posto, a quattro punti dalla vetta. Posizione giusta, come giusta la sconfitta, seppur severa nel punteggio, ma quando prendi un gol su punizione e uno su rigore, c’è poco da dire se non che la possibilità di riscatto è già servita domenica al Recchioni davanti al pubblico amico che sarà di nuovo il dodicesimo uomo in campo.

Raffaele Vitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.