11232017Gio
Last updateGio, 23 Nov 2017 4pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Del Duca inagibile, l'Ascoli vorrebbe giocare a San Benedetto: "Rompiamo questo tabù"

calcio 2

"Al di là della rivalità sportiva, la situazione di grande emergenza terremoto in cui versiamo ci fa guardare a questa possibilità come ad una occasione da cogliere per far sì che i tifosi e gli abbonati non debbano essere costretti a spostarsi in campi ben più distanti”.

ASCOLI PICENO – In attesa della partita della solidarietà tra Ascoli Picchio e Sambenedettese, pensata dal Resto del Carlino e rinviata solo per le continue scosse, lo stadio della Riviera delle Palme potrebbe ospitare davvero i bianconeri.

Manca solo l'ufficialità, ma Ascoli-Perugia, match valevole per il campionato di serie B di calcio, sabato pomeriggio si giocherà in campo neutro. Lo stadio Del Duca di Ascoli è infatti oggetto di prove di carico per saggiarne il livello di sicurezza a seguito del terremoto del 30 ottobre. I risultati difficilmente arriveranno prima di stasera. Da qui la decisione della società, in accordo con Perugia e Lega B. “Ci adopereremo per risolvere la situazione spostandoci su un campo neutro”.

Gli stadi in cui sarebbe possibile giocare sono quelli di Cesena, Pescara e San Benedetto del Tronto, città storicamente divisa dal capoluogo per una forte rivalità calcistica. Cardinaletti, dirigente Ascoli, però ci crede: “Non escludiamo che quest'ultima possa essere un'ipotesi concreta, quindi mi auguro che si possa rompere questo tabù e che i tifosi e tutte le componenti coinvolte nella decisione siano ben disposte a questa soluzione. Al di là della rivalità sportiva, la situazione di grande emergenza terremoto in cui versiamo ci fa guardare a questa possibilità come ad una occasione da cogliere per far sì che i tifosi e gli abbonati non debbano essere costretti a spostarsi in campi ben più distanti”.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.