"Testa bassa e pedalare". La Fermana di Destro ci crede: a Recanati per vincere

Destro allenamenti

Il mister canarino: “Guardando per un attimo indietro, devo dire bravi ai miei giocatori. Se siamo qui a giocarci i play off, significa che il lavoro svolto fino a ora è stato positivo".

FERMO – “Adesso massima umiltà, testa bassa e lavoro intenso fino a domenica: abbiamo bisogno della massima concentrazione”. Così Flavio Destro ha costruito il suo miracolo, cinque vittorie su sei gare, con sconfitta immeritata contro il Fano. La vittoria di domenica è valsa il sorpasso sulla recanatese e la conquista dell’ultimo posto utile per i play off. Ma nulla è ancora fatto e nulla resterà se domenica a Recanati la Fermana non porterà a casa almeno un punto. E Destro questo lo sa.

“Credo che la pressione psicologica tra noi e la Recanatese sia alla pari e che non ci sia una squadra in vantaggio. Due formazioni in salute, con un bel ruolino di marcia. La Recanatese – prosegue Destro - ha individualità importanti e può far gol in qualsiasi momento”. Tra l’altro, ad accrescere la difficoltà, c’è anche il fondo in sintetico dello stadio maceratese. “Guardando per un attimo indietro, devo dire bravi ai miei giocatori. Se siamo qui a giocarci i play off, significa che il lavoro svolto fino a ora è stato positivo. Mi può solo far piacere se qualcuno mi dice che è la partita più importante della Fermana dell’ultimo periodo”.

Mancano Bossa e Cremona, due pilatri, ma con Destro ogni giocatore ha capito di poter essere e di meritarsi il posto da titolare. Questo ha caricato il gruppo che si è compattato proprio nel cercare di mettersi in mostra. “Tutti i ragazzi stanno facendo buone prestazioni e si stanno impegnando al massimo, mettendosi a disposizione della squadra. Non penso affatto al mio futuro che verrà analizzato solo a fine campionato”.

@raffaelevitali