08242019Sab
Last updateSab, 24 Ago 2019 10am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Il Petrucci pensiero sulla Fermana: Il girone B è tosto, ma il gruppo è buono: ci faremo valere

petrucci conti

Lo volevamo e lui voleva noi. C’è voluto tempo, ma il percorso era chiaro, spiega Fabio Massimo Conti, il direttore generale che due anni fa si privò di Petrucci, che aveva indossato spesso anche la fascia di capitano, sol per motivi economici.

FERMO – Per lanciare la campagna abbonamenti la Fermana ha scelto il suo giocatore più amato, quello per cui il presidente Simoni e il patron Vecchiola hanno aperto i cordoni della borsa. Contratto quinquennale per Andrea Petrucci, la freccia bionda che Destro l’anno scorso ha sognato ogni notte, soprattutto tutte le volte che dalla fascia non partiva nulla di buono, anche per via dei continui infortuni.

“Lo volevamo e lui voleva noi. C’è voluto tempo, ma il percorso era chiaro” spiega Fabio Massimo Conti, il direttore generale che due anni fa si privò di Petrucci, che aveva indossato spesso anche la fascia di capitano, sol per motivi economici.

Tre anni a Fermo e ora, forse, altri cinque: “Un elemento molto amato e desiderato dalla piazza”. Tecnicamente sarà un valore aggiunto, poi il suo calore è noto. “Sono cresciuto calcisticamente a Fermo dieci anni fa, poi son tornato e abbiamo vinto un campionato incredibile. Una grande emozione tornarci, un contratto importante di ben cinque anni. Torno più pronto. A Pesaro è andata bene, anche se speravo di giocare in B con il Carpi con cui però abbiamo ragionato insieme sul prestito”.

È convinto che il gruppo sia già buono e sa quanto sia importante per giocare con Destro: “Il B sarà un girone tosto, molto più impegnativo dell’anno scorso. Squadre con grande blasone come Modena, Cesena, Reggiana e anche Triestina, investono e puntano a vincere il campionato. Una decina squadre hanno rose importanti. Ma se l’affronteremo con la mentalità di questi anni potremo fare be ne e dire sempre la nostra”. Per Petrucci il numero 8, “era di Misin, lo porto con orgoglio”, visto che il 7 è blindato sulle pale possenti di Zerbo.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.