"Partita di cuore, vittoria meritata". Destro si gode la Fermana da trasferta

Matelica Fermana 0 1

L'allenatore cambia ancora le carte e lascia Molinari, debilitato da un virus, in panchina, dando fiducia dal primo minuto a Degano. E il gol di Cremona lo premia.

MATELICA – Cremonaaaaaaaaaaaa! Urlerebbe il collega sudamericano alla telecronaca. E non potrebbe fare a meno. Perché l’ottavo centro stagionale del bomber rinato dopo Natale vale tre pesantissimi punti. “Possiamo vincere cono tutti” diceva Flavio Destro. E lo scalpo preso oggi è nobile: sconfitto il Matelica, seconda forza del campionato dietro la battistrada Samb che ha pareggiato a Montegranaro con la Folgore rinviando così la festa promozione.

Destro cambia ancora le carte e lascia Molinari, debilitato da un virus, in panchina, dando fiducia dal primo minuto a Degano. E il gol dopo 15’ sembra dargli subito ragione. Cremona è lesto a raccogliere un passaggio di Forò e a infilare Nobile. Il resto della partita è stata una sofferenza, anche perché i canarini restano in dieci per l’espulsione di Comotto a fine primo tempo per doppia ammonizione.

“La classifica per ora lasciamola stare, dobbiamo cercare di far bene ogni domenica. Oggi abbiamo fatto una partita di cuore. A mio parere – commenta Destro - dobbiamo acquistare ancora più autostima in noi stessi. La Fermana è una squadra che ha grandi valori sia morali sia tecnici e deve solo tirarli fuori. Oggi lo ha fatto e ne è scaturita una prova veramente importante”. Che vale tre preziosissimi punti.