08192019Lun
Last updateLun, 19 Ago 2019 12pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Fermana, parola di Misin: 'Serenità, ora proviamo a fare qualcosa di importante'

misin15

Il perno del centrocampo: A inizio anno eravamo più scaltri a sfruttare ogni episodio. Per un po’ invece tuto ha girato storto. Ma se guardo le 30 partite, non credo che ci siano gare negative, tolte le due col Gubbio.

 

FERMO - Sorriso da fotoromanzo e sguardo sereno, il perno del centrocampo della Fermana non rifiuta le domande poche ore prima che il suo compagno di reparto, D'Angelo, uscisse dalla sala operatoria dove gli hanno ripulito il menisco.

Bella vittoria col Teramo e ora il Rimini, puntate in alto?

“A Teramo è stata una bella gara, con molte occasioni da una parte e dall’altra. E ora con entusiasmo verso le altre gare. Abbiamo acquisito quasi la salvezza. E questo ci dà una spinta in più”.

Serenità ritrovata?

“Quando hai sempre l’obiettivo della salvezza giochi fenato. Ora abbiamo la spensieratezza che permette di ricercare qualche giocata in più, ma parliamo di spensieratezza che porta al positivo, non a una tranquillità”.

Sei anni in gialloblù, quante volte Vecchiola si era visto al campo?

“Ha ritenuto necessario venire al campo perché ci ha visto un po’ in difficoltà. Ci ha spronato, come è capitato in questi sei anni nei momenti difficili. Ma solo per darci la carica in più per raggiungere la vittoria domenica. E devo dire che ha portato bene”.

Cosa vi è mancato nell’ultimo periodo?

“Questo è un campionato equilibrato, inutile parlare di squadre materasso. C’è da combattere contro chiunque e l’episodio decide il match. A inizio anno eravamo più scaltri a sfruttare ogni episodio. Per un po’ invece tuto ha girato storto. Ma se guardo le 30 partite, non credo che ci siano gare negative, tolte le due col Gubbio”.

Misin perno della squadra?

“27 volte in campo, cerco sempre di dare il massimo in allenamento e nella vita quotidiana. Arrivato a 30 anni va curato ogni aspetto, non solo l’allenamento. Quindi posso essere solo soddisfatto. Speriamo che questo porti a qualcosa di importante che neppure noi ci aspettavamo”.

Chi teme delle squadre che inseguono?

“Continuo a pensare alla Ternana. Non so che problemi abbia, ma sappiamo che l’organico è da serie B. E penso anche alla Vis Pesaro, che gioca un ottimo calcio ma ha dimostrato che può vincere con tutte”.

C’è qualche compagno che la sta stupendo?

“Difficile pensare a un compagno che possa emergere nel nostro gruppo. Ma se devo fare un nome penso a Maurizi, un giovane molto interessante. Noi siamo veramente un gruppo, non è semplice uscire come un singolo che invece trae beneficio dalla squadra”.

Sei anni, ci sarà anche il settimo?

“Son molto legato a questa maglia. Do sempre il massimo e metto tutta la mia professionalità. Devo dire grazie a chi mi è stato vicino dopo l’esclusione per motivi disciplinari lo ringrazio. Ho un contratto fino al 2020, spero di proseguire”.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.