Fermana, parla Destro: "Siamo pieni di rabbia agonistica, non vediamo l'ora di giocare"

urbinati molinari

Non sarà facile, dietro la Samb, ormai con un piede in Legapro, sono proprio il fano e il Matelica le due contendenti alla piazza d’onore.

FERMO – Missione Matelica. La fermana dopo le vacanze pasquali, con tanto di pranzo in gruppo il sabato santo, è tornata a sudare agli ordini di Flavio Destro. Domenica alle 15 la corazzata Matelica ospiterà i canarini, reduci dall’amaro ko casalingo con il Fano. “Dobbiamo sfogare in campo tutta la rabbia e la delusione sportive che abbiamo in corpo” sottolinea il mister.

Non sarà facile, dietro la Samb, ormai con un piede in Legapro, sono proprio il fano e il Matelica le due contendenti alla piazza d’onore. “Il Matelica lo sto studiando. Non è solo Esposito l’uomo da temere, bensì un collettivo in cui a parlare sono i numeri e diversi sono gli elementi di qualità”. Destro ha approfittato della sosta per recuperare gli infortunati che, tranne Omiccioli, perno del centrocampo di Jaconi, tutti sono tornati disponibili: “I giocatori sanno che mi aspetto attenzione massima nella fase di non possesso e magari un pizzico di lucidità in più negli ultimi trenta metri”.