08252019Dom
Last updateDom, 25 Ago 2019 10am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Orgoglio Fermana. Cognigni: 'Brutti e cattivi? Ci piace'. Destro: 'Prima di criticare un avversario dovrebbe aver vinto qualcosa'

FOTO CURVA

E di agonismo sabato, contro la corazzata Monza, ne servirà. In tribuna non ci sarà Silvio Berlusconi, ma magari Adriano Galliani. Di certo entrambi saranno collegati per seguire la partita.

FERMO – A forza di tirare la corda, si è rotta. la corda è quella della pazienza di Flavio Destro, l’allenatore che all’ennesimo attacco dei colleghi, l’ultimo dall’Imolese, contro la sua Fermana ha deciso di replicare: “Al mister dell’Imolese suggerisco di tenere a mente tre cose: prima si dovrebbe vincere poi, eventualmente, parlare degli avversari; dovrebbe prendere esempio dal suo presidente che alla fine della partita ci ha fatto i complimenti e, in ultimo, gli suggerisco di mettersi una tuta. La mia squadra, questa società, i ragazzi hanno vinto sul campo e hanno diritto di fare questa categoria, lui non ha vinto nulla”.

Per cercare di sdrammatizzare è intervenuto il bomber made in Fermo Luca Cognigni: “L'etichetta che ci hanno dato di brutti e cattivi ci piace, è la nostra forza. Non vedo squadre che esprimono calcio champagne. Noi facciamo dell'agonismo e della voglia di non mollare la nostra forza, finché porta punti ci piace”. E di agonismo sabato, contro la corazzata Monza, ne servirà. In tribuna non ci sarà Silvio Berlusconi, ma magari Adriano Galliani. Di certo entrambi saranno collegati per seguire la partita. Di certo se i complimenti la Ferman non li ha presi fino a ora, difficile immaginarli che arriveranno proprio dall’ex premier che ama il calcio champagne.

Ma chissà, le vittorie fanno cambiare idea a tutti. in campo quindi andrà la stessa mentalità di sempre: “La nostra forza è adattarci all'avversario, l'importante è fare risultato quindi va bene qualsiasi modulo” ribadisce Cognigni, che ha una gran voglia di segnare di nuovo sotto la curva Duomo, dove si sedeva da bambino. Le occasioni non gli mancheranno, anche di giocare visto che ci sono una serie di partite ravvicinate, tra cui dopo il Monza il big match al Riviera delle Palme contro la Sambenedettese. Impegni ravvicinati, alchimie da trovare per Destro: “Vedrò quali giocatori sono più stanchi, valutando anche il modulo. Solitamente guardo gli avversari, guardo la mia squadra e poi cerco di trovare le soluzioni che reputo migliori: a volte ci riesco a volte no. Di certo faccio di tutto per cercare di portare a casa il risultato. Credo che un allenatore non si debba mai accontentare”.

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.