07182019Gio
Last updateMer, 17 Lug 2019 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

Fermana, tre punti d'oro. Cognigni torna al gol, ma lascia il campo in ambulanza

cognigni5

Gli ospiti, dopo lo spavento, si ricaricano e pressano. La Fermana sbaglia qualche passaggio di troppo in difesa e Iotti si stringe troppo lasciando a fascia ai rossi lombardi che fraseggiano, ma non arrivano mai a tirare in porta.

di Raffaele Vitali

FERMO - Palla recuperata a centrocampo, Da Silva avanza a testa alta, vede Lupoli largo entrare in area, lo serve alla perfezione: il bomber tira a mezza altezza, il portiere para a mani aperte e non trattiene, Cognigni svetta di testa e appoggia in rete da pochi metri. È il vantaggio: la curva esplode e l’attaccante di Fermo abbraccia i tifosi attaccandosi alla rete. Sono passati 11’ e il vantaggio fa cambiare il ritmo alla gara, fino a quel momento priva di emozioni ma anche con pochi passaggi sbagliati. Sembrava la partita del bomber ritrovato, ma la sfortuna non ha ancora deciso di abbandonarlo e così, contrasto aereo e atterraggio su un braccio. Il volto è dolorante, ma stringe i denti e prosegue. Dopo l’intervallo, però, dell’attaccante non c’è traccia, in ambulanza ha raggiunto il Murri: braccio rotto, ma gli esami diranno di più.

Urla l’allenatore ospite, Raul Bertarelli, cercando di dare indicazioni ai suoi, che si fanno infilare con troppa facilità da Iotti, quinto di centrocampo e spesso difensore aggiunto, sulla sinistra. Il Giana Erminio si riprende dal colpo e con i tocchi al volo del 10 prova a ripartire. ma la difesa canarina non si fa sorprendere e appena rilancia dà modo a Da Silva, in vena, di mettere in mostra la sua tecnica da categoria superiore. Al 18’, per la seconda volta, Soprano si accascia a terra. questa volta, però non ce la fa e deve uscire, tocca a Sarzi Puttini che si scambia con Scrosta e si affianca a capitan Comotto. In mezzo Giandonato fa l’allenatore aggiunto, richiamando i compagni e, quando serve, giocando il pallone di prima mandando così fuori giri il suo marcatore.

La ripresa si apre senza Cognigni e con la grande occasione capitata sui piedi di Lupoli, lanciato verso il portiere Leoni, ma lento nell’ultimo dribbling che gli avrebbe aperto la porta per il raddoppio. Gli ospiti, dopo lo spavento, si ricaricano e pressano. La Fermana sbaglia qualche passaggio di troppo in difesa e Iotti si stringe troppo lasciando a fascia ai rossi lombardi che fraseggiano, ma non arrivano mai a tirare in porta.

La prima parata di Ginestra, al 9’, è seguita da una nuova occasione di Lupoli. Nulla di fatto in entrambi i lati del campo, ma almeno c’è partita nonostante il gelo che si è abbattuto sul Recchioni. Al 20’ Destro inizia a difendere: fuori Da Silva e Lupoli, che sarebbe rimasto volentieri in campo, per D’Angelo e Misin. Una Fermana a trazione posteriore che passa da un ambizioso 4-3-1-2 a un compatto e muscolare, tolti Giandonato e D’Angelo, 5-3-1-1.  

Gira la palla da un lato all’altro della metà campo gialloblù e a forza di guardarla senza prenderla i canarini rischiano. Anche perché il Giana Erminio con la calma di chi ha il piede dritto sa trovare i buchi. Costruisce ma non costringe mai Ginestra a una parata. Non gioca più la Fermana. Se poco aveva fatto a livello di gioco nel primo tempo, ma almeno oltre al gol aveva avuto un paio di occasioni, nella ripresa le scelte di Destro, fuori le punte e dentro mediani e terzini, cancellano ogni velleità offensiva ma rendono la difesa un muro invalicabile.

Si gioca per il triplice fischio, con i tifosi che si scaldano con qualche coro e i brividi provocati dai continui lanci e cross degli ospiti. Ma si scaldano anche per il rosso a Giandonato, forse il migliore dei suoi, che perde ingenuamente un pallone a centrocampo e fa fallo. Giallo, solo che è il secondo e la Fermana resta in dieci e sotto assedio. La parata di Ginestra al 90’ su Chiarello è la fotografia del match: la Fermana soffre, rischia, ma vince e vola in classifica: 7 punti dopo tre giornate. Per il bel gioco c’è tempo.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.