09252018Mar
Last updateLun, 24 Set 2018 7pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

'Vogliamo una delle prime otto posizioni'. Matteo Palermo ha le idee chiare sulla stagione della Poderosa

pres poderosa
pres poderosa 2

"Il prestagione è sempre da prendere con le pinze. Siamo in una fase di fatica. Miglioreremo”. Bottoni, Getby “Sosteniamo la Poderosa, squadra del territorio”.

MONTEGRANARO - Nel tardo autunno si laurea in scienze motorie all’università di Bologna, ma a Montegranaro tutti contano su di lui per il ruolo che dovrà ricoprire in squadra: lo “studente-lavoratore”, Matteo Palermo, è il nuovo regista della Poderosa Basket Montegranaro. Playmaker, è più corretto, e per lui, se coach Cesare Pancotto sarà d’accordo, il compito non è dei più facili: è proprio il nuovo numero 12 gialloblu a raccogliere l’eredità lasciata da Eugenio Rivali. L’atleta si è presentato al grande pubblico, tramite la stampa, nei locali della GetBy, nuovo sponsor aggiuntosi agli altri per il prossimo campionato di Legadue. «Noi siamo un’azienda del territorio, la Poderosa è una squadra del territorio – commenta il direttore commerciale Fausto Bottoni – non potevamo non unire, pardon, connetterci, con la squadra veregrense». Si occupano di internet e telefonia fissa, e per la Poderosa si occuperanno del cablaggio del Palasavelli e forniranno i servizi di telecomunicazioni alle abitazioni di Montegranaro dei vari giocatori, che in questi giorni hanno iniziato la fase finale della preparazione. Ed è proprio lo stesso Palermo, a parlare della prestazione non proprio brillante nella prima amichevole dello scorso sabato 1 settembre. «La fase iniziale è sempre di fatica – le parole di Palermo – sia mentale che fisica. Abbiamo riflettuto sulle cose fatte positive e su quelle meno buone. Ma sappiate, che la pre-stagione è sempre da prendere con le pinze». Un discorso (quasi) da leader, per Palermo, lui che come detto raccoglierà il testimone di Rivali. Ed è proprio lui, che del suo predecessore parla come «Un pezzo di storia di questa squadra, della Poderosa, uno che io conosco bene perché abbiamo fatto tre stagioni insieme a Sant’Arcangelo di Romagna, con vittorie nel campionato». E’ un ragazzo semplice, che ama dare il ritmo alla squadra, ovvero giocare per i compagni, ma che se serve, non disdegna, parole sue, «Di mettere la palla dentro al cesto. Del resto giochiamo tutti ad uno sport che si chiama pallacanestro». Lui avrà il numero 12 sulla maglia, chiesto ed ottenuto, per una ragione ben precisa: è lo stesso numero che ha da quando vestiva le maglie delle giovanili. Scaramanzia? No, solo valore affettivo. E sul coach, sangiorgese, che allena una squadra di Montegranaro che gioca al palazzo dello sport di Porto San Giorgio, dice «E’ un vantaggio giocare a Porto San Giorgio con un allenatore del posto. Saprà trascinarci per raggiungere gli obiettivi». Quali? «Di sicuro i play off, le prime 8 posizioni» chiude il playmaker numero 12 della XL Extralight Montegranaro.
Chiara Morini

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.