06212018Gio
Last updateGio, 21 Giu 2018 7am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Iscriviti al nostro canale Youtube

Sutor, la grande illusione: la benzina finisce troppo presto. Sconfitta e addio alla B

bartolimentalia

Peccato, perché vincendo la Sutor si sarebbe garantita il prezioso secondo posto che avrebbe aperto le porte agli ulteriori spareggi validi per la B. Anche perché Lamezia domani verrà asfaltata da San Nicola se giocherà nella stessa maniera.

TARANTO - Se segni 16 punti in venti minuti il tuo destino è solo uno: la sconfitta. E così è stato per la Sutor di Marco Ciarpella. Dopo aver dominato per due quarti contro Lamezia Terme, chiusi sul 29-42, toccando anche i 15 punti di vantaggio, la Sutor Montegranaro, seguita da una settantina di tifosi nella lontanissima Taranto, ha finito la benzina (63-58 il finale).

Difficile criticare qualcosa, perché sono le gambe che sono venute meno. E quando non riesci più a spingere e a correre, l’ossigeno inizia a calare e anche il tiro più facile, vedi quelli da sotto sbagliati da Cataldo e company, diventa qualcosa di irraggiungibile.

Peccato, perché vincendo la Sutor si sarebbe garantita il prezioso secondo posto che avrebbe aperto le porte agli ulteriori spareggi validi per la B. Anche perché Lamezia domani verrà asfaltata da San Nicola se giocherà nella stessa maniera.

“Peccato, abbiamo accarezzato la B. Una serie che questi giocatori meritavano. Ci riproveremo, sapendo di partire dalla C Gold e non più dalla Silver come in questa stagione” le parole di un provato coach Ciarpella che non ha alcuna intenzione di rinunciare al sogno di riportare la Sutor dove merita (foto Luccerini).

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.