Le triple di Campogrande portano la Poderosa sul 2-1 nella serie play off

poderosa biella 3
poderosa biella 2
poderosa biella 1

Finale thrilling della partita, con la Poderosa che ha finito per vincere 81-77 dopo essere stata in vantaggio anche di 14 lunghezze. LE PAROLE DEL COACH

 di Chiara Morini

PORTO SAN GIORGIO La Poderosa c’è. E lo ha dimostrato anche in questa gara 3 degli ottavi di finale dei play off di Legadue, la prima in casa al Palasavelli. Una partita frizzante, piacevole da vedersi, conquistata dai gialloblu col punteggio di 81-77, dopo un finale a dir poco thrilling.

Che sarebbe stata una partita difficile, per gli ospiti, lo si è capito subito, perché sin dall’inno nazionale il pubblico si è mostrato caldo. Mille le magliette gialle fatte stampare e distribuite dalla società al “sesto uomo in campo”, come da apposito striscione dei Boys in curva. Apre le marcature Eugenio Rivali, il play titolare ripresosi (quasi) bene dall’infortunio che lo ha tenuto lontano dalle prime due gare della serie dei play off. Un Corbett show prima, con tre canestri consecutivi, due buone azioni di Powell poi e due triple consecutive di Campogrande alla fine del primo e inizio del secondo quarto portano la Poderosa a conquistare il (provvisorio) massimo vantaggio della partita: +12, sul 28 – 16. Ma Biella non ci sta a rimanere sotto e con un parziale di 7 a 0 si riavvicina pericolosamente ai gialloblu. Coach Ceccarelli capisce il momento poco buono dei suoi, e decide di stoppare il gioco. E’ la metà del secondo quarto, e la sosta fa bene ai padroni di casa. In poco meno di due minuti, complice anche la terza tripla di Campogrande la Poderosa torna in vantaggio: è la squadra di casa a mettere a segno un parziale di 7-0, riportando sul +11 le lunghezze di vantaggio. La sirena mette fine al primo tempo e spedisce le due squadre negli spogliatoi sul +9 per i ragazzi di coach Ceccarelli (46-37).

Il terzo quarto si apre con un nuovo Campogrande show: una tripla prima e un contropiede con canestro da sotto poi, portano al nuovo massimo vantaggio per Montegranaro: il +14 arriva sul 54-40. Poi il blackout della Poderosa. I canestri non entrano, la difesa non riesce a bloccare Biella, e i piemontesi recuperano portandosi a sole quattro lunghezze dalla Poderosa (62-58).

La Poderosa fa valere il fattore “Campo-grande”, che all’inizio dell’ultima frazione di gioco segna una nuova (la quinta su cinque) tripla. Sostenuta dal proprio sesto uomo in campo, settimo se si considera Ettore la Tigre, la mascotte, la Poderosa non si fa intimorire e porta a casa la vittoria, portandosi avanti nella serie play off: 2-1. Ed ora, dopo che il giocatore ospite Albano Chiarastella è stato premiato per le sue origini sangiorgesi (la nonna emigrò in Argentina), Biella tornerà in campo domenica pomeriggio, alle 18, per gara 4 contro la Poderosa.