05212018Lun
Last updateLun, 21 Mag 2018 9am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Iscriviti al nostro canale Youtube

Poderosa ko a Biella, la rabbia di Ceccarelli: "Powell preso di mira, Tessitori fa quel che vuole"

ceccarellianalisipostbiella

Ceccarelli nel suo piano partita avrebbe voluto far riposare Amoroso: “La serie può essere lunga e tosta, ci ho parlato, gli ho detto che deve riposare, ma poi non riesci a toglierlo perché fa sempre qualcosa di utile”.

BIELLA – Il dopo partita (leggi la cronaca) di Gabriele Ceccarelli è a due facce. Da un lato ci sono i complimenti per la sua squadra, dall’altra le critiche, poco velate, alla direzione arbitrale. I cinque falli di Powell questa volta il coach non li ha digeriti, perché ben poche colpe ha l’americano. “Complimenti a Powell, che è stato preso di mira dall’inizio. Non si poteva muovere e non ha potuto fare niente, quindi non poteva fare di più”. La domanda è scontata: che significa preso di mira? “Quando gli hanno fischiato il terzo fallo c’erano i passi e lo sfondamento di Tessitori. Poi ha preso una gomitata in gola e non gli è stato fischiato niente. Per questo dico che è stato preso di mira. Si fa fatica a giocare se Tessitori (lungo di Biella, ndr) ha questa credibilità. Si fa fatica a stare in campo”. E aggiunge: “Tessitori se viene lasciato libero di stare in area tanti secondi, in difesa di non spendere falli e in attacco di usare fisicità al massimo può mettere in difficoltà anche i nostri lunghi”.

Detto questo, Ceccarelli nel suo piano partita avrebbe voluto far riposare Amoroso: “La serie può essere lunga e tosta, ci ho parlato, gli ho detto che deve riposare, ma poi non riesci a toglierlo perché fa sempre qualcosa di utile”. E nonostante i 4 punti in 31 minuti “devo dirgli bravo”. E bravo lo dice anche a Corbett. “Se ci avessero detto che avremmo chiuso 1-1 avremmo firmato. E invece non siamo contenti, potevamo fare qualcosa di più. Sappiamo che a Porto San Giorgio saranno altre due battaglie e speriamo di non tornare qui”.

Se gli arbitri hanno influito, c’è anche qualcosa da migliorare per la Poderosa stessa: “Ci è mancata lucidità nell’andare negli obiettivi (ovvero l’uomo libero al posto giusto, ndr) dopo esserci passati la palla. Dopo due tre ribaltamenti abbiamo sempre trovato tiri aperti. Ma sempre dopo che abbiamo toccato tutti la palla. L’errore è invece metterla nel posto giusto senza averla girata. Ma giocare senza play titolare è dura. Non possiamo chiedere più lucidità di così a questi giocatori e a un ragazzino che gioca 30’ e deve marcare Ferguson. Per cui bravi”.

Biella è stata più lucida nell’ultimo quarto: “La partita l’ha vinta Uglietti. I suoi 20 punti sono quelli della vittoria. Ci preparerò con le contromisure. Domani riposeranno, da giovedì mattina proveremo a vincere questa serie”. Con Rivali? “Non mi preoccupo perché ho altri giocatori. Mi preoccupo per il suo destino. Erano i suoi primi play off in A2 da leader e mi dispiace che non se li possa godere. Mi dispiace più che per il giocatore per l’uomo”.

@raffaelevitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.