04222018Dom
Last updateDom, 22 Apr 2018 6am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Poderosa. Ceccarelli: "Bravi, bravi, bravi. E ora vi dico di chi sono questi play off"

tigrepoderosa

Dopo il bilancio di (quasi) fine stagione, per una squadra che al debutto pensava solo alla salvezza è stata super, Ceccarelli spende qualche parolina sulle prospettive future. LA PARTITA

di Chiara Morini

PORTO SAN GIORGIO - Bravura o fortuna? Soprattutto la prima, mostrata per 28 gare, ha portato la Poderosa alla conquista dei playoff, i primi della sua storia, a due giornate dal termine del primo campionato di A2. La post season arriva nel giorno in cui in viene presentato “Ettore”, la nuova mascotte gialloblù, una grande tigre che veste la maglia numero 93. E questa sì, oggi, ha portato fortuna alla Poderosa.

«Questi play off sono di tutti» dice Ceccarelli. Primo: sono dei giocatori. «Bravi, bravi, bravi», le parole che spende per le dodici tigri gialloblu. Secondo: sono del pubblico, che Ceccarelli ringrazia anche oggi, e che spera che di qui in avanti sappia appassionarsi sempre di più. «Sono di Montegranaro – dice il coach – e qui mi riferisco sia a quelli che vengono a vederci, sia a quelli che non lo fanno. Sono di Porto San Giorgio che ci ha accolto in questa che è la nostra nuova casa». Terzo: sono dei collaboratori, quelli stretti, che assistono Gabriele Ceccarelli nella quotidianità lavorativa. «Stefano (Vanoncini) e Salvatore (Formato) che stanno accanto a me durante gli allenamenti». Quarto: sono del preparatore atletico. «Francesco (Marconi Sciarroni) è un ottimo professionista, tiene ben riscaldati i giocatori». Quinto: sono del fisioterapista. «Di Alessandro (Partenza) mi fido. Lui sa quando deve fermarli. Me lo dice e io non li rischio». Sesto: sono della società. «Tutti ci stanno aiutando ed oggi devo render loro merito anche per questa mascotte e per i ballerini. Ringrazio Vittorio Perticarini, in particolare, che ci organizza ogni settimana». Settimo, ma non ultimo: sono dei fratelli Bigioni. «Li dedico a loro questi play off, sono proprio contento che glieli abbiamo regalati». E loro, i fratelli Bigioni, al termine della partita, erano più sorridenti che mai.

Dopo il bilancio di (quasi) fine stagione, per una squadra che al debutto pensava solo alla salvezza è stata super, Ceccarelli spende qualche parolina sulle prospettive future. «Ragazzi – ribadisce – qui se va male siamo quinti». E quando dice se va male intende dire che Verona deve fare 2 su 2 e la Poderosa perdere entrambe le gare rimaste in campionato. «Domenica ci giochiamo il quarto posto ad Imola, sarà una bolgia» dice e, prima di tornare a festeggiare con i suoi ragazzi, chiude: «Ora si che ci divertiremo fino in fondo. Il divertimento per noi comincia adesso». LA CRONACA DELLA PARTITA

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Fede, giovani e integrazione: i primi pensieri fermani di monsignor Pennacchio

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.