04222018Dom
Last updateDom, 22 Apr 2018 6am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

Poderosa, primo spareggio play off al PalaSavelli. Ceccarelli: dovremo essere perfetti per 40'

zuccacorbett

L'avversario: “Dovremo limitare il loro contropiede e potremo giocarcela ripetendo le prestazioni di squadra recenti. Portarci sul 2-0 negli scontri diretti avrebbe un peso notevole per la classifica".

MONTEGRANARO – “Vincere ci avvicinerebbe ai play off, ma dobbiamo fare attenzione: loro sono una squadra solida e fisica, all’andata subimmo questa loro fisicità, soprattutto quella di Rice. Vengono da una sconfitta bruciante a Verona, dovremo fare una grande partita per portare a casa i due punti”. Il direttore generale Alessandro Bolognesi ci crede, vuole i due punti e vuole staccare definitivamente Ravenna. Ma nella mente di tutti c’è ancora la gara di andata, quando la Poderosa per tre quarti di gara fu quasi perfetta. Poi, la volta finale e Rice, incontenibile, che schiaccia Rivali nel giorno del suo trionfale ritorno nell’amata cittadina romagnola.

“Sarà tosta perché loro essendo settimi hanno bisogno di punti per risalire la china” ribadisce Zucca. Che è in sintonia con uno dei giocatori più temibili degli ospiti, Masciadri: “Dovremo limitare il loro contropiede e potremo giocarcela ripetendo le prestazioni di squadra recenti. Portarci sul 2-0 negli scontri diretti avrebbe un peso notevole per la classifica".

Quel due a zero che coach Gabriele Ceccarelli non vuole neppure immaginare: “Questo è il primo di cinque scontri diretti. Il primo è con Ravenna, squadra che un anno fa era in finale, che si è giocata la Coppa Italia e che ha una delle coppie più prolifiche di americani in A2: Rice e Grant”. Squadra lunga, che usa al meglio le rotazioni, ma pur sempre squadra che insegue la Poderosa. “Per batterli non basterà una buona partita come all’andata per 37 minuti, servirà una partita perfetta fino in fondo. Non possiamo guardare in faccia a nessuno: vogliamo vendicare la sconfitta dell’andata e farci perdonare dai tifosi la sconfitta casalinga con Bergamo. Vincere ci porterebbe ad avere un piede e mezzo nei playoff”. Quel piede che il coach di Ravenna, Antimo Martino, vuole pestare prima: “Dalla Coppa Italia in poi siamo cresciuti e stiamo disputando partite di livello, ma ci serve concretezza, anche perché in questo momento della stagione ogni gara ha un'importanza notevole e nessuno ti regala niente, soprattutto quando si gioca fuori casa". Palla a due alle 18, con la speranza che ci sia il pubblico delle grandi occasioni, questo è davvero il primo matchball per i play off.

r.vit.

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Fede, giovani e integrazione: i primi pensieri fermani di monsignor Pennacchio

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.